D3, esordio in AEW
D3, esordio in AEW

AEW, esordio storico dell’italiano D3: “E non finisce qui”

Una notte storica per il wrestling italiano. Dopo tre apparizioni nell’ultimo anno in WWE, il wrestler romano D3 (Daniele Dentice D’Accadia) ha esordito ufficialmente nella All Elite Wrestling, la compagnia statunitense di proprietà di Tony Khan.

Lo ha fatto durante la puntata di questa notte di “AEW Dark”, in un 6-man tag team match in cui ha fatto squadra con Ryzin e Faboo Andre, per affrontare il più celebre trio del Dark Order’s, composto da John “4” Silver, Colt Cabana e Alex “3” Reynolds. D3 ne è uscito con una sconfitta, ma conta relativamente visto che si trattava di una sorta di squash match.

D3
D3

D3 ha sfruttato l’occasione, “vendendo bene i colpi” e subendo la mossa finale. Il 29enne romano ha raccontato le sue impressioni a Calcio Republic:

Sono troppo contento. Io in America sono come i liberiani nel calcio. Ce n’è uno che sfonda su un milione. Sono riuscito ad arrivare nella “Serie A del wrestling” e forse a far vedere l’Italia sotto un altro punto di vista rispetto alla classica stereotipata che non mi trova per niente d’accordo. Il classico concetto di mafia e mandolino, che tra l’altro secondo me nemmeno esiste, a Roma almeno non l’ho mai visto.

D3, storico esordio nel wrestling AEW

Il wrestler romano D3 ha poi parlato del messaggio sociale:

Credo che quello che è stato fatto aiuti pure a livello sociale, non è tanto il wrestling importante, ma è bello il messaggio che si manda alle generazioni italiane, cioè che anche su sogni o ambiti difficili come può essere il wrestling, lavorando sodo e credendoci si può costruire un futuro. E si può rappresentare il paese nel modo corretto. È bello vedere come si unisca il paese sotto una persona che fa uno sport. Noi ce lo dimentichiamo a volte, ce lo ricordiamo solo nel calcio ai Mondiali e nelle Olimpiadi. C’è ancora da fare tanto, ma questo è un messaggio di speranza per chi vuole costruirsi un futuro di qualsiasi tipo con costanza, umiltà, perseveranza e crescita.

Torino, il presidente Urbano Cairo

Torino, Cairo: “Che meschinità contro di me. E non vendo a caso”

Europa League, i bookmakers puntano sui gol di Lautaro e Lukaku

Europa League, i bookmakers puntano sui gol di Lautaro e Lukaku