Anthony Joshua Cover

Boxe, ecco la dieta di Anthony Joshua (sì, ci sono gli spinaci)

Il campione di boxe Anthony Joshua deve stare sempre molto attento… al peso. Già, perché grande merito della sua fin qui brillante carriera va attribuito, oltre che al suo strapotere fisico, proprio all’attenzione maniacale per il settore food.

Non immaginatevi integratori, o pasti calcolati al millimetro. La dieta del nuovo idolo della boxe è diversa, la dieta di Joshua è del tutto diversa. Ecco il suo segreto: 5mila calorie al giorno, senza eccezioni

Embed from Getty Images

Il segreto di Anthony Joshua: il suo nutrizionista (e la sua dieta)

Già, per diventare il n.1 sul ring bisogna essere un atleta rigoroso tanto da essere ossessivo, uno sportivo totale, oltre ad avere personalità da vendere che a Joshua non fa certo difetto. Il suo nutrizionista, Mark Ellison, tempo fa ha sentito il bisogno di chiarire, forse con una punta di orgoglio, che Joshua ha necessità di avere un livello di energia adeguata ad ogni fase della sua giornata (e del suo allenamento). La boxe strappa energie in quantità ed ecco spiegate le dichiarazioni che seguono. Chi si immaginava i celebri spinaci e qualcosa di questo tipo resterà deluso.

O forse no, ma lo vedremo in seguito. Alla fine quello che conta per un atleta top come Joshua è, straordinariamente, il desiderio di ogni essere umano ordinario: avere il frigo pieno. E il suo, come rivela il suo nutrizionista, è pieno tutto il giorno, tutti i giorni della settimana:

Gli faccio la spesa perché possa avere cibo in abbondanza da lunedì a venerdì, mi costa una fortuna. Sicuramente mi carico almeno duecento libbre ogni volta che vado al supermercato.

Il fisico di Joshua è costruito minuziosamente, allenamento dopo allenamento, pasto dopo pasto. Ogni dettaglio è soppesato alla perfezione, è la boxe, bellezza. Allenamenti giornalieri, durissimi, per arrivare al grado Leggenda della boxe non basta di certo il talento (immenso) che Joshua riesce a mettere sul ring. Serve la macchina perfetta, la possibilità di essere lucido fino all’undicesima ripresa, fino alla fine. E la dieta è fondamentale per Joshua, come sottolinea ancora il suo dietologo:

Quando ha un incontro si allena due volte al giorno. Inoltre è un uomo enorme, per cui il nostro obiettivo è che abbia sempre la massima carica di energia possibile. I suoi pasti sono abbastanza equilibrati.

E se proprio le sue incredibili acrobazie a tavola non vi convincono, se proprio volete vederci chiaro, se il vostro desiderio di guardare dalla serratura di Joshua comprende perfino il suo sedersi a tavola, ecco la sua dieta giornaliera:

Colazione

  • 5 uova
  • 2 avocadi
  • Muesli
  • Spinaci (allora è vero, Popeye! ndr)
  • 3 toast di pane integrale
  • frutta secca
  • uno yogurt greco
  • Avena
  • Latte
  • Miele

Pranzo

  • Pasta con pomodoro e verdure
  • Due petti di pollo alla piastra
  • Yogurt
  • Frutta secca
  • Miele
  • Cereali

Spuntino prima dell’allenamento del pomeriggio

  • Un paio di sandwich
  • frutta secca
  • bibite energetiche, incluso il caffè

Spuntino post allenamento

  • Vari pezzi di frutta e un frullato energetico, con molti carboidrati

Cena

  • Arrosto
  • Pesce
  • Quinoa
  • Patate
  • Succo di frutta
  • Noci
  • Proteina della caseina

Avvertenza: la dieta suddetta non consente automaticamente di sfidare Klitschko sul ring in 11 riprese. Ecco, non provarci in casa, almeno. In caso, per eventuali controindicazioni non colpevolizzare la dieta o gli avocadi, grazie.

I giochi di calcio più belli della storia prima di FIFA e PES

Top 10 Calciatori

Calcio, Totti&co.: le dieci bandiere migliori di sempre