Mondiali militari a Wuhan, niente contagio

La risposta alla domanda se sia possibile che il contagio da coronavirus sia partito da ottobre durante i giochi militari di Wuhan è un “no secco”. Arriva dal professor Massimo Galli, direttore del Reparto di Malattie infettive al ‘Sacco’ di Milano, intervistato dal Tg4. Non è credibile, afferma lo scienziato:

Nel senso che se questo virus fosse arrivato prima avremmo avuto un’esplosione epidemica assai prima anche da noi. In poco tempo questo virus, camminando sotto traccia, ha fatto migliaia di casi in Italia e li ha fatti nelle prime settimane di febbraio e non prima.

Embed from Getty Images

E ancora:

Se i casi che vengono continuamente denunciati più o meno come gossip, avvenuti precedentemente, fossero stati sostenuti da un virus come questo, avremmo avuto l’epidemia mesi prima o settimane prima con l’entità che abbiamo visto. Se persone ospedalizzate per polmonite avessero avuto questa infezione a dicembre, piuttosto che ai primi di gennaio, gli ospedali che li hanno ricoverati avrebbero avuto problemi esattamente come li hanno avuti Codogno e Alzano Lombardo, amplificando l’infezione.

Wuhan, contagio non è partito da Mondiali militari

Galli continua poi il suo ragionamento:

Toccherebbe finirla di continuare a dire questa cosa, perché non ha nessuna base scientifica, non ci sono dati in proposito. Questa non è una malattia da casi isolati, è una infezione che quando è arrivata e si è mossa senza controllo ha fatto i disastri che abbiamo visto, ha fatto centinaia di casi di contagio in pochi giorni. E’ diventato ormai noioso continuare a rispondere a questa cosa.

L’esperto del Sacco conclude:

Tenente conto che le valutazioni di tipo molecolare, comprese le nostre, dicono che il virus ha dato i suoi primi vagiti come virus umano, cioè è passato all’uomo in Cina, probabilmente tra la fine di ottobre e i primi di novembre, per poi avere un’esplosione dal punto di vista della moltiplicazione dei casi a partire da dicembre. Che gli atleti siano arrivati con brutte influenze è probabile, ma quello che hanno avuto è verosimilmente influenza e non questa cosa sennò ne avremo avute tante altre in contemporanea.

Premier League per 2 anni a porte chiuse?

Logo Serie A

Coronavirus, Fiorentina e Samp: nuovi casi