Kevin Durant, Nba
Kevin Durant, Nba

Nba, caos controlli anti-Covid: Durant fermato a partita in corso

Ha detto dell’incredibile quello che è accaduto nella prima partita di Kevin Durant contro i Toronto Raptors dalla rottura del tendine d’Achille nelle finali NBA del 2019. Un’avventura a dir poco frustrante, ai limiti dell’assurdo al punto da passare anche alla storia di questa travagliata Nba ai tempi della pandemia.

Durant è stato infatti letteralmente travolto dai protocolli anti-Covid che la Lega stavolta ha gestito in maniera alquanto confusa. La notizia di un test sostenuto da una persona con la quale il giocatore dei Brooklyn Nets era stato a contatto durante la giornata, ha dapprima impedito al cestista americano di non essere schierato nel quintetto base.

Embed from Getty Images

Nba, caos controlli anti-Covid: Durant fermato a partita in corso

Già questa è una notizia, visto che è la prima volta che gli succede dopo 866 partite. E questo nonostante avesse preso parte allo shoot-around con i compagni.

Sul finire del primo quarto, poi, è stato schierato, in attesa della positività della persona con cui il giocatore avrebbe avuto contatti e poi a gara in corso definitivamente allontanato dopo che l’esito del test. Durant ovviamente non l’ha presa bene e su twitter ha commentato: “Liberatemi”.

Champions League classifiche

Champions League, Sky acquisisce i diritti tv per i prossimi 3 anni

Roma, Villar

Roma, Villar: “Scudetto? Sbagliato parlarne. E su Dzeko…”