Nba, Ewing positivo al Covid-19: ricoverato

Patrick Ewing, l’ex star dell’Nba ora allenatore della Georgetown University, è stato ricoverato in ospedale per coronavirus. Componente del ‘Dream Team’ che ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 1992, Ewing è l’unico nella squadra di basket maschile della Georgetown University a essere risultato positivo.

Embed from Getty Images

A dare l’annuncio che aveva il coronavirus è stato lo stesso Ewing, che ora è ricoverato in struttura ospedaliera di Washington.

Voglio farvi sapere che sono risultato positivo al Covid-19 – ha twittato il 57enne Ewing -. Questo virus è una cosa seria, e non può essere preso alla leggera.Voglio dire a tutti di fare attenzione: prendetevi cura di voi stessi e delle persone che amate. Ora più che mai voglio ringraziare i professionisti del nostro staff sanitario e di tutti coloro che sono ‘in prima linea’. Io starò bene, e supereremo anche questo.

Coronavirus, Patrick Ewing contagiato e ricoverato

Patrick Ewing, centro di 2.13 m, è considerato uno dei migliori 50 giocatori di sempre della storia dell’Nba e dal 2008 fa parte della ‘Hall of Fame’ del basket. Idolo assoluto dei New York Knicks, ha giocato con la squadra della Grande Mela dal 1985 al 200, prima di passare a Seattle prima e a Orlando poi, per chiudere la carriera nel 2002.

Ha vinto anche un titolo Ncaa con Georgetown nel 1984 e due medaglie d’oro alle Olimpiadi, Los Angeles 1984 e Barcellona 1992 (in quest’ultimo caso con il ‘Dream Team’).

Nell’ultimo periodo è tornato in auge in tutto il mondo grazie anche al grande successo della docu-serie “The Last Dance” su Netflix che lo ha visto nel ruolo di grande avversario di Michael Jordan, durante le sfide tra i Chicago Bulls e i New York Knicks. Adesso Patrick Ewing si trova ad affrontare un altro impegno, del tutto diverso da quelle partite sul parquet. E farà di tutto per uscirne da vincitore assoluto.

Kyrgios: “A letto con le fan una volta a settimana”

Bundesliga, Dortmund ok anche senza i gol di Haaland