Nba, Pippen: “Kobe Bryant più forte di Jordan”

Scottie Pippen sarebbe molto irritato nei confronti di Michael Jordan. Lo sarebbe per via dei commenti dati da ‘Air’ sull’ex compagno, n.33 dei Bulls all’epoca dei trionfi a Nba di Chicago, nel corso della serie televisiva-documentario ‘The Last Dance‘. Il prodotto dedicato all’epopea della squadra allenata da Phil Jackson su Netflix. Così Pippen, intervistato da alcuni media, non si è lasciato scappare l’occasione di dare una stilettata all’ex compagno, parlando tra l’altro del paragone con Kobe Bryant:

Kobe Bryant si è impegnato così tanto per essere come Michael Jordan, ed è passato dal liceo alla Nba senza andare prima in North Carolina e avere un coach come Dean Smith. Alla fine ci è riuscito, così quando rivedo certi video dico a me stesso “mio Dio, Kobe era meglio di Michael”.

Embed from Getty Images

Il discorso di Pippen su Kobe è poi proseguito

Ed era anche un tipo molto intelligente, che si sforzava di essere il migliore in ogni cosa che faceva. Lo ha fatto nella Nba, ma ha vinto anche un Oscar per il cortometraggio ed è stato autore di un libro per ragazzi diventato best seller. Odio il fatto di non avergli detto quanto fosse grande, e penso che tanti non se ne fossero resi conto.

Kobe Bryant, rinviata l’introduzione nella Hall of Fame Nba

Intanto, la cerimonia per l’ingresso postumo di Kobe Bryant nella Hall of Fame della NBA ad agosto è stata rinviata al 2021 a causa della pandemia di coronavirus. L’introduzione della leggenda, morto il 26 gennaio all’età di 41 anni in un incidente in elicottero nel quale hanno perso la vita anche la figlia di 13 anni Gianna e altre sette persone, era in programma il 29 agosto nel Naismith Basketball Hall of Fame, nel Massachusetts. Queste le parole del presidente del consiglio della Hall of Fame, Jerry Colangelo:

Stiamo cancellando la cerimonia, è certo. Si svolgerà nel primo trimestre del prossimo anno.

Quello di Bryant è tra i nove nomi della classe 2020, insieme all’ex giocatore di San Antonio Tim Duncan, cinque volte detentore del titolo NBA, ed a Kevin Garnett, campione nel 2008 con Boston.

C’è l’ok, UFC e boxe tornano in Nevada

Wesley Sneijder con la Champions League

Pallone d’Oro, quando i giornalisti avevano premiato Sneijder e Ribery