La Bundesliga (e il calcio) ripartono dai gol di Haaland

La guerra non è stata ancora vinta, ma questa prima battaglia sì. La Bundesliga è ripartita ufficialmente, questo pomeriggio si sono giocate le prime cinque partite e il calcio ad alti livelli finalmente è tornato a farci compagnia.

E a segnare il primo gol del post-coronavirus non poteva che essere lui Erling Haaland. Il gigante norvegese è ripartito esattamente da dove si era fermato, segnando la rete iniziale del 4-0 rifilato dal Borussia Dortmund allo Schalke 04, 41esima perla in 24 partite stagionali.

Il clima è strano, inevitabile che sia così. Sugli spalti non ci possono essere tifosi, in campo i giocatori non si possono abbracciare dopo i gol realizzati, si limitano a delle pacche con il gomito e nelle panchine c’è l’obbligo di indossare le mascherine.

Bundesliga, si riparte da Haaland

Sono alcune delle disposizioni pere poter andare avanti, quelle che hanno permesso finalmente di ricominciare a guardare delle partite di calcio. Anche qui in Italia, dove un po’ tutti i tifosi sperano che quello arrivato dalla Bundesliga sia un messaggio fonte di ispirazione a livello globale, un esempio da seguire per riportare anche la Serie A a scendere in campo.

Queste partite sono in un certo senso storiche hanno consentito di guardare avanti e provare a mettersi alle spalle i momenti duri. Che non sono ancora finiti, è chiaro. Ma intanto questa battaglia è stata vinta. Ecco quindi i risultati di questa storica 26esima giornata del campionato tedesco, la prima dopo la sosta per il coronavirus.

Bundesliga, risultati 26esima giornata 

Hoffenheim-Hertha 0-3

58′ Aut. Akpoguma, 60′ Ibisevic, 74′ Cunha

Augsburg-Wolfsburg 1-2 

43′ Steffen (W), 54′ Jedvaj (A), 90′ Ginczek (W)

Borussia Dortmund-Schalke 4-0

29′ Haaland, 45′ Guerreiro, 49′ Hazard, 63′ Guerreiro (B)

Fortuna Dusseldorf-Paderborn 0-0

Red Bull Lipsia-Friburgo 1-1

34′ Gulde (F), 77′ Poulsen (R)

Le prossime partite in programma

Eintracht-Borussia Monchengladbach (Oggi alle 17:30)

Colonia-Mainz (Domenica 15:30)

Unione Berlino-Bayern Monaco (Domenica 18)

Werder Brema-Bayer Leverkusen (Lunedì 20:30)

Quando Leo Messi ereditò la numero 10 di Ronaldinho

Ibrahimovic alla Bundesliga: “Ci vediamo presto”