Lewandowski nel 2015 riuscì a segnare 5 gol in appena 9 minuti in Bayern Monaco-Wolfsburg

22 settembre 2015: Robert Lewandowski segna 5 gol in 9 minuti!

Nove minuti, una partita, cinque gol, quattro record. Il 22 settembre del 2015 Robert Lewandowski riuscì a scioccare il mondo. Il Bayern Monaco allenato da Pep Guardiola, quella sera i bavaresi giocavano contro il Wolfsburg. Il club controllato dalla Volkswagen aveva chiuso la stagione precedente (2014-15) al secondo posto in Bundesliga, vincendo anche la Coppa di Germania.

Nell’agosto del 2015 ancora un trionfo: i Lupi vinsero la Supercoppa tedesca battendo proprio il Bayern Monaco. Quello fra il Wolfsburg e i bavaresi era, a tutti gli effetti, uno scontro diretto. Guardiola decise a sorpresa di lasciare Lewandowski in panchina. I biancoverdi andarono in vantaggio con il gol di Daniel Caligiuri. Una gara già complicata, che di certo non si era messa in discesa.

Doveva succedere qualcosa di unico per far girare il vento di quella la partita. Serviva la notte speciale di un giocatore speciale. Guardiola, voltandosi verso la panchina, scelse Robert Lewandowski. E lui entrò nei libri di storia. Ci riuscì in appena 9 minuti d’orologio. Tempo di gioco effettivo ovviamente molto, molto meno.

Bundesliga, quando Lewandowski segnò 5 gol in 9 minuti al Wolfsburg

Quando entrò in campo Lewandowski ancora non lo sapeva, ma quel giorno tutto il mondo avrebbe parlato di lui. In quel momento Robert era anzi piuttosto arrabbiato. Non è certo uno di quei giocatori che sta in panchina volentieri, nemmeno quando gli impegni sono tanti e avrebbe bisogno di tirare il fiato. Lui vuole giocare sempre, perché solo giocando può segnare. Quella sera però Lewa rese pubblica la sua frustrazione con una prestazione da urlo.

Entrò in campo al 46′ e già al 51′ riuscì a segnare l’1-1. Bel gol, da posizione defilata. 50 secondi dopo ancora un gol. A fine partita Lewandowski svelerà un piccolo segreto.

A volte quando vedi che sei in giornata, devi semplicemente tirare. La palla entra da sola.

Al 55′ ancora un gol, ancora di Lewandowski. Mai, nella storia della Bundesliga, un giocatore ci aveva messo così poco per segnare una tripletta: appena 3 minuti e 19 secondi. Ma il meglio doveva ancora arrivare. Al 57′ l’attaccante polacco cala il poker. 4-1, e chi non stava guardando la partita cambiò subito canale. Tutti volevano vedere quel che stava succedendo a Monaco. La partita al 60′ diventa definitivamente leggendaria. Arriva anche il quinto gol di Lewandowski, in semirovesciata.

Una rete bellissima, storica. A bordo campo Guardiola non riesce a credere a quel che stava vedendo, non ci crede nessuno, forse nemmeno Lewandowski.

In soli 9 minuti è riuscito a entrare ben 4 volte nel Guinness dei Primati: la tripletta, la quaterna e la cinquina più veloci. E per essere stato il primo a segnare 5 gol entrando dalla panchina.

14 gennaio 1979: quando scoppiò l’amore fra Juventus e Paolo Rossi

Logo Juventus

Juventus: rosa della squadra e numeri di maglia 2019/2020