Barcellona, accordo totale con Lautaro

Sempre più vicini, sempre più reale la possibilità che l’affare si concretizzi. La firma di Lautaro Martínez con il Barcellona sta andando avanti e sta compiendo passi da gigante. C’è ottimismo nel club blaugrana, nonostante il fatto che non vi sia ancora accordo tra i due club.

L’argentino infatti avrebbe raggiunto un’intesa totale con il Barça per firmare per cinque stagioni e guadagnare circa 12 milioni di euro più bonus annui. Lautaro avrebbe già dato l’ok di indossare la maglia catalana e avrebbe comunicato di aspettare che i negoziati tra i club portino i loro frutti, poiché il suo desiderio è quello di giocare al Camp Nou.

Dal Barcellona – fanno sapere da Sport.es – nulla è confermato o negato su queste informazioni, dal momento che sono concentrati solo sui negoziati con l’Inter. Nel club hanno la chiara volontà di Lautaro di giocare per il Barça e sanno che questa posizione possa essere decisiva per chiudere quella che sarebbe una delle più grandi operazioni del mercato estivo.

Embed from Getty Images

Calciomercato, Barcellona e Inter vicine per Lautaro

Lo scorso febbraio il Barça ha intensificato i negoziati con i membri dell’entourage di Lautaro Martinez, per cercare di bloccare sul nascere la possibilità che l’attaccante potesse finire al Real Madrid e al Manchester City, i primi due club a contattarlo per un’eventuale firma.

Ci furono diverse conversazioni decisive che hanno convinto il calciatore, tra queste anche per le garanzie ricevute sulla sua importanza nella squadra. I negoziati economici sarebbero stati condotti con il permesso dell’Inter e con la presa di posizione dello stesso attaccante, Barça e Inter sembrano destinate a trovare un’intesa.

Il Barcellona ha progettato un’operazione in cui due calciatori dovrebbero entrare come contropartite tecniche, più un pagamento di circa 60 milioni di euro. L’Inter però vuole un minimo di 80 milioni in contanti. Le posizioni si stanno avvicinando e il club blaugrana spera che tutto possa essere risolto al più presto.

Torino 3 giugno 2017: l’incubo di Piazza San Carlo

Caso Gasperini, Valencia chiede intervento Uefa