Barcellona, aria di rivoluzione
Barcellona, aria di rivoluzione

Barcellona, aria di rivoluzione dopo l’8-2. Parte anche Messi?

Il presidente del Barcellona, Josep Maria Bartomeu, annuncerà a breve la data delle elezioni per la presidenza del club. Lo riporta il quotidiano spagnolo ‘Mundo Deportivo’. Il presidente del Barça, che ieri al termine dell’incontro ha riconosciuto che “ci sono decisioni da prendere”, dovrebbe fissarle per il mese di marzo.

Lo statuto del club segnala che se il Consiglio di amministrazione termina il suo mandato, le elezioni devono essere comprese tra marzo e giugno. Prima della debacle di ieri, tutto indicava che sarebbe stato a giugno ma la pesante sconfitta di ieri spingono a ritenere che le elezioni verranno anticipate.

Secondo fonti raccolte da Mundo Deportivo, il giorno prescelto potrebbe essere nel mese di marzo o aprile. L’unica possibilità, in base allo statuto, che possano svolgersi prima di marzo, è legata alle dimissioni del presidente. Si sapeva già che ci sarebbero state le elezioni nel 2021 e la data esatta sarà presto nota.

Embed from Getty Images

Barcellona, via Setien: dentro Pochettino?

L’umiliante sconfitta subita ieri sera contro il Bayern Monaco è stato un duro colpo per il Barcellona. Per a prima d 12 anni il club chiude senza vincere un trofeo. C’è aria di rivoluzione. L’attenzione è ora concentrata sul tecnico Quique Setién che, stando a quanto rioporta il quotidiano sportivo spagnolo ‘Marca’, ha le ore contate. Il club ha sondato il mercato da tempo, soprattutto dopo aver perso la Lega, alla ricerca di un sostituto in caso di licenziamento del tecnico 61enne.

Il candidato principale è Mauricio Pochettino con cui il Barcellona aveva già avuto dei contatti prima di optare per Setien a gennaio. Ma stando alla stampa spagnola in lizza c’è Ronald Koeman, anche lui contattato sette mesi fa. In questo momento sono loro i due principali candidati con l’argentino in pole.

Futuro incerto per Messi

Se quest’estate non ci sarà un vero cambiamento a Barcellona, Lionel Messi prenderà in considerazione molto seriamente la possibilità di lasciare il club. Lo riporta l’emittente radiofonica spagnola ‘Cope’. Va ricordato che Messi ha una clausola nel suo contratto in base alla quale potrebbe lasciare il club nel 2021.

La trattativa di rinnovo, che ormai va avanti da mesi, tra il Barcellona e i procuratori di Messi, non si ancora sbloccata e dopo la debacle di ieri nei quarti di Champions League contro il Bayern Monaco che ha travolto i blaugrana per 8-2 la trattativa potrebbe subire maggiori ostacoli.

Allegri e Adani lite su Sky

Quando Adani attaccò Allegri e disse: “Come mai a Barcellona gli preferiscono Setien?”

Barcellona, che batosta in Champions

Barcellona, Piqué: “Abbiamo toccato il fondo, pronto ad andare via”