Inter, Inzaghi: “Contro il Real Madrid con il coltello tra i denti”

Così Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter, alla vigilia della sfida con il Real Madrid, primo impegno del girone di Champions League:

C’è chi dice che mi manca esperienza in Europa? Da allenatore, tra Europa League e Champions, sono vicino alle 50 partite. Poi è normale che Ancelotti abbia più esperienza di me. Quello che posso dire è che domani stiamo preparando la partita nel migliore dei modi, giocandola con il coltello tra i denti, sperando di essere nella nostra giornata migliore.

Il tecnico ha spiegato in conferenza stampa:

Incontriamo una grandissima squadra, ma sarà bellissimo esordire davanti ai nostri tifosi in un palcoscenico così. Abbiamo giocato in casa solo la partita con il Genoa de 21 agosto, è passato tantissimo tempo e vogliamo giocare davanti ai nostri tifosi sapendo che sarà una gara molto impegnativa.

L’allenatore è poi tornato al pareggio con la Sampdoria:

La partita di domenica è stata una battuta d’arresto che ha lasciato del rammarico, però abbiamo giocato gli ultimi 20 minuti in dieci ed è lì che spesso si decidono le partite. Domani dovremo essere bravi nelle due fasi. Col recupero di Modric sappiamo che il Real palleggia molto bene, che sa giocare negli spazi stretti, ma può prenderti anche in profondità. Dovremo essere bravi anche nella fase di possesso, per farli correre tanto.

Embed from Getty Images

Inter, Inzaghi: “Contro il Real Madrid con il coltello tra i denti”

Simone Inzaghi poi ha parlato di Ancelotti:

Penso sia uno degli allenatori più vincenti della storia. Un grandissimo allenatore, con cui tante volte in passato, quando ho visto degli allenamenti di mio fratello ma anche ultimamente, affrontando il Napoli, è stato un piacere parlare di calcio. Dà una grande organizzazione alle sue squadre. Sappiamo che domani dovremo fare la partita perfetta contro una squadra molto molto forte. E’ dal 2010 che l’Inter non arriva negli ottavi, è un dato che vogliamo sovvertire, cercheremo di iniziare già da domani, con l’obiettivo ben chiaro in testa di passare il girone.

Infine, su Bastoni:

Lo valuterò in questi allenamenti che mancano. Il ragazzo vuole esserci, ieri ha fatto un allenamento blando e in questi giorni dovrà forzare un po’ di più. C’è abbastanza ottimismo ma bisognerà vedere le risposte che darà in campo.

Manchester United, Ferguson: “Non potevo vedere Ronaldo al City”

Chelsea, sospeso Benjamin Mendy: è stato accusato di stupro

Manchester City, Mendy “scompare” dai negozi ufficiali del club