Inter, con Lukaku e Lautaro Martinez va avanti il sogno Europa League

L’Inter ha lavorato nel corso di questa mattina ad Appiano Gentile per preparare la sfida contro il Bayer Leverkusen di lunedì sera, quarto di finale in gara secca di Europa League.La squadra di Conte si troverà di fronte una formazione che ha affrontato soltanto due volte nella sua storia, con un doppio successo nella fase a gironi della Champions 2002-03.

Dal 2000 in poi contro le squadre tedesche il bilancio è in parità, con sette vittorie (la più importante ovviamente la finale di Madrid contro il Bayern Monaco), sette sconfitte e tre pareggi in Champions League, e otto vittorie, dieci sconfitte e cinque pareggi in coppa Uefa/Europa League.

Negli ultimi otto scontri diretti, però, il bilancio è di una vittoria e ben sei sconfitte, compresa l’ultima per 3-2 contro il Borussia Dortmund dello scorso 5 novembre, un ko che ha contribuito alla retrocessione dei nerazzurri in Europa League. Conte punterà su Lukaku e Lautaro Martinez, la coppia più prolifica tra le squadre ancora in corsa per l’Europa League con 49 gol stagionali (30 il belga e 19 l’argentino).

Embed from Getty Images

Inter, con Lukaku e Lautaro Martinez va avanti il sogno Europa League

Lukaku segna da otto gare consecutive in Europa, mentre Lautaro sembra più sereno rispetto ai mesi scorsi, quando le voci di un suo passaggio al Barcellona sembravano distrarlo.

A fare chiarezza ci ha pensato il suo agente Carlos Beto Yaque all’emittente radiofonica argentina La Figura de la Cancha:

Il trasferimento di Lautaro è un argomento più dei media che reale – ha detto -. Oggi Lautaro ha tre anni di contratto con l’Inter e sta benissimo dove è.

Dopo l’allenamento tutta la squadra (giocatori, staff e dirigenti) si sono sottoposti, come da protocollo, ai tamponi in vista della partenza per la Germania, dove domani sera alle 18.45 alla Dusseldorf Arena il tecnico Antonio Conte terrà la consueta conferenza pre partita.

ERRORI ARBITRALI CHE CON IL VAR POTEANO ESSERE EVITATI

Maradona e i 10 errori clamorosi che la VAR avrebbe evitato

Juventus, c’è Andrea Pirlo per sostituire Maurizio Sarri in panchina