Italia, il ct Roberto Mancini
Italia, il ct Roberto Mancini

Italia, Mancini: “Speranza? Dovrebbe pensare prima di parlare”

Il ct della Nazionale, Roberto Mancini, alla vigilia della sfida amichevole tra Italia e Moldavia, che si disputerà a Firenze ha risposto alle parole del ministro della Salute Speranza in riferimento alla partita tra Juventus e Napoli:

Il ministro Speranza ha detto che ci sono altre priorità rispetto al calcio, come la scuola? Io penso che qualche volta bisognerebbe pensare prima di parlare. Lo sport è un diritto per tutti gli italiani ed è una priorità come lo sono la scuola e il lavoro. Milioni di italiani praticano sport a ogni livello.

Il commissario tecnico dell’Italia, ha poi spiegato il suo punto di vista sul possibile ritorno dei tifosi:

Ci fa molto piacere che la Nazionale attiri molti tifosi e che le persone guardino la partita alla tv perché vuol dire che i ragazzi fanno divertire. Questo ci inorgoglisce. I ragazzi del resto giocano per far felici i nostri tifosi. La mia idea rimane la stessa: in quasi tutta Europa ci sono persone sugli spalti a guardare le partite.

Embed from Getty Images

Italia, Mancini: “Speranza? Dovrebbe pensare prima di parlare”

Roberto Mancini ha poi parlato dell’attuale situazione del ranking dell’Italia e del prossimo appuntamento con la Moldova:

Quella del ranking è una questione molto importante, non possiamo compromettere quello che abbiamo fatto nei mesi con la partita di domani. Abbiamo recuperato 8-9 posizioni, vorremmo recuperarne altre prima del sorteggio per le qualificazioni Mondiali. Adesso le cose sono andate bene, bisogna fare bene anche per le partite che non contano, anche cambiando i giocatori. La formazione di domani sarà diversa dalle ultime: ci sarà modo di impiegare ragazzi che finora hanno avuto meno spazio. Domani ci aspettiamo un avversario chiuso, non dovremo avere fretta, ci è già capitato in altre occasioni.

Juventus Napoli

Juventus Napoli, il giudice sportivo lascia in sospeso il match

Federico Chiesa, addio alla Fiorentina

Fiorentina, Pradè: “Chiesa alla Juve? Ci siamo tolti un peso”