Pirlo, Juventus
Pirlo, Juventus

Juve, Pirlo shock: “Morata è svenuto dopo il triplice fischio”

Così Andrea Pirlo, ai microfoni di Sky Sport, dopo la sconfitta della Juve contro il Porto nell’andata degli ottavi di finale di Champions League:

L’approccio è diventato sbagliato dopo avere preso il gol, perché ci sono mancate le sicurezze e i ragazzi si sono un po’ abbattuti, ci siamo impaurita. La partita era questa, lo sapevamo, loro si chiudevano e ripartivano. Dopo essere andati sotto di due gol è stato più difficile. La partita l’abbiamo messa come volevano loro, è un peccato, perché poteva andare meglio. L’avevamo preparata per attaccante la profondità ma, se tocchi il pallone troppe volte, le cose si complicano. Non siamo stati intelligenti, Il movimento della palla era troppo lento.

Juve, Pirlo shock: “Morata è svenuto dopo il triplice fischio”

Pirlo ha poi continuato, spiegando che la stanchezza si sia fatta sentire:

Normale che ci sia dopo tante partite, non è facile mantenere lo stesso ritmo e la stessa attenzione. Ma quando giochi un ottavo di finale non deve succedere. Fortunatamente ci siamo rimessi in pista per il ritorno con il gol di Chiesa.

Embed from Getty Images

Sulle condizioni dei giocatori acciaccati, Pirlo ha risposto così:

De Ligt solo un crampo, Chiellini un risentimento al polpaccio, Morata non stava bene prima della partita ed è stato male anche adesso quando è terminata. Un po’ incerottati ma dobbiamo cercare di recuperare. Perché Kulusevski dall’inizio? Morata non stava bene, è qualche giorno che non è al meglio, da quando è tornato dall’influenza non si è più ripreso. È entrato nel momento del bisogno ma alla fine del match si è dovuto sdraiare, ha avuto uno svenimento, è stato un po’ male. Diciamo che era un po’ al limite.

Conceicao, Porto

Sergio Conceiçao: “Peccato per il gol subito, ma Juve bloccata”

Erling Haaland, Borussia Dortmund

Haaland è un gigante: Borussia Dortmund batte Siviglia 3-2