Lazio, Zaccagni: “Ecco perché esulto con il gesto dell’arco”

Il centrocampista della Lazio Mattia Zaccagni ha parlato alla vigilia del match tra Porto e Lazio, valido per l’andata dei playoff di Europa League:

In questo periodo mi riescono tante cose, devo continuare a lavorare su questa strada per mantenere queste prestazioni. Sto cercando di migliorare nella continuità durante la gara.

Il giocatore ha poi parlato della sua celebre esultanza dell’arco:

L’esultanza è nata per il video che ha messo la Lazio quando sono arrivato a fine mercato. In un gol segnato a Verona l’ho fatto ed è nata così. Immobile out? È fondamentale, ci mancherà sicuramente ma chi giocherà al suo posto darà il 100%. Noi cercheremo di fare la nostra partita, provando a giocare il nostro calcio.

Europa League, Zaccagni: “Ecco perché esulto con il gesto dell’arco”

Zaccagni non ha dubbi sull’importanza dell’Europa League:

Primo anno che faccio questa competizione, per me deve essere ancora più importante del campionato. Così come per tutta la squadra. Dobbiamo giocare tutte le partite con il carattere messo in campo nelle ultime due gare di Serie A.

Al giocatore viene chiesto un confronto tra Juric e Sarri:

Due allenatori opposti. Juric andava uomo contro uomo, invece Sarri chiede un lavoro completamente diverso. Mi sto abituando e cercherò di dare il 100% di quello che chiede il mister. Non è la prima volta che ci capitano i blackout. Sono cose che succedono, dobbiamo lasciarcele alle spalle e guardare avanti.

Poi ha concluso sul grande rapporto con la tifoseria biancoceleste:

Un grande onore l’affetto del pubblico. Il mio percorso alla Lazio è iniziato lento, ho avuto qualche infortunio di troppo inizialmente, ma adesso mi sento bene, sento che posso dare qualcosa e sono felice di quello che stanno facendo i tifosi per me.

Embed from Getty Images

Europa League Napoli Spalletti

Europa League, Spalletti: “A Barcellona per fare nostra gara”

F1, Hamilton all’attacco: “Non ho mai detto che avrei smesso”