Superlega, Ceferin Uefa
Superlega, Ceferin Uefa

Uefa, Ceferin: “Fine Superlega nostra vittoria più importante”

In una nota il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin ha ripercorso un anno ricco di eventi per il calcio europeo.

Ripensando a un anno indimenticabile per la Uefa e la comunità del calcio europeo, è difficile individuare il nostro più grande traguardo. La lista dei ‘vincitori’ è semplicemente troppo lunga. I capitani di club e nazionali hanno alzato trofei Uefa in non meno di sette competizioni: Euro 2020, Nations League, Champions League maschile e femminile, Europa League, Campionato Europeo Under 21 e Futsal Champions League.

Poi ha proseguito:

I nuovi cicli delle competizioni per club hanno creato una situazione vantaggiosa sia per il calcio femminile che per quello maschile. I cambiamenti radicali al format della Women’s Champions League ne hanno aumentato notevolmente l’equilibrio competitivo, l’esposizione e il prestigio, mentre la nuova Europa Conference League ha reso le nostre competizioni maschili più inclusive, con diversi club impegnati per loro prima volta sul palcoscenico europeo. Anche il calcio stesso si è preso le sue vittorie durante la pandemia: in primo luogo, grazie all’organizzazione di tantissime partite per tutto l’anno nonostante le regole sanitarie cambiassero di continuo; in secondo luogo, dimostrando che i tifosi potevano tornare tranquillamente negli stadi.

Embed from Getty Images

Uefa, Ceferin: “Fine Superlega nostra vittoria più importante”

La nota del presidente Uefa fa avanti:

Negli ultimi 12 mesi, ogni membro della nostra comunità ha dato un contributo significativo a questi straordinari successi: federazioni, giocatori, leghe, club, allenatori, ufficiali di gara, tifosi, nostri partner e media. Tuttavia, il nostro risultato più importante merita un maggiore riconoscimento: proteggere il modello sportivo europeo, che ispira la missione della Uefa, delle federazioni affiliate e di molte altre organizzazioni sportive. Basato su una struttura piramidale, che collega il calcio di base ai club d’élite, il modello funziona su una doppia premessa. Non solo i proventi delle competizioni professionistiche vengono reinvestiti nel calcio, ma i club vengono anche promossi o retrocessi per meriti sportivi”.


Poi il riferimento alla Superlega:

Il tentativo dello scorso aprile di creare una Superlega chiusa, che si prefiggeva solo di riempire i conti bancari di alcuni club, ha minacciato i valori che stanno al centro del modello sportivo europeo e della missione della Uefa. La sua fine, guidata dalla condanna politica e popolare di tutto il continente, è stata la nostra vittoria più significativa e comune del 2021. Vorrei estendere il mio personale ringraziamento a ognuno di voi per essere stato con la Uefa in un momento così difficile. Il vostro sostegno ha fatto sì che tutti i nostri traguardi, negli anni a venire, continueranno a creare un futuro sostenibile per il calcio in Europa.

Calciomercato Juventus, ecco il piano per prendere Mauro Icardi

Premier League, Guardiola: “A nessuno interessa la salute dei giocatori”