Megan Rapinoe abusi
Megan Rapinoe

Australia e Venezuela, denunce di abusi sessuali su calciatrici

Lo scandalo degli abusi sessuali emerso nelle ultime settimane nella NWSL, il massimo campionato degli Stati Uniti, sembra aver dato il coraggio di denunciare ad altre giocatrici. Come Lisa De Vanna, ex attaccante della nazionale australiana da poco ritiratasi. Nei giorni scorsi ha rivelato di aver subito aggressioni, molestie e intimidazioni durante la sua carriera.

Lo ha fatto rispondendo proprio a un tweet di Megan Rapinoe, che commentava la vicenda di Paul Riley, ormai ex allenatore del North Carolina Courage, indagato per gli abusi perpetrati sulle sue giocatrici dal 2010 a oggi.

Australia e Venezuela, denunce di abusi sessuali su calciatrici

La Federcalcio australiana ha già annunciato di voler approfondire la denuncia di Da Vanna, così come quella di Rhaili Dobson, altra ex giocatrice uscita allo scoperto sulle molestie subite in carriera.

E in Venezuela, in una lettera aperta pubblicata sui social, diverse nazionali hanno accusato l’ex ct Kenneth Zseremeta di aver abusato sessualmente una di loro, all’età di 14 anni, nel 2014. La lettera è firmata da 24 giocatrici, compresa Denya Castellanos, attaccante dell’Atletico Madrid:

Abbiamo deciso di rompere il silenzio perché gli abusi e le molestie fisiche, psicologiche e sessuali condotti da Zseremetra non facciano altre vittime.

Embed from Getty Images

Coppa di Francia, autista sbaglia strada: Tarbes eliminato

Calciomercato Barcellona, ufficiale l’ingaggio di Memphis Depay

Barcellona, Depay: “Non ho nessun rimpianto, firmerei di nuovo”