Pjanic parla di Maurizio Sarri
Pjanic parla di Maurizio Sarri

Barcellona, Pjanic al veleno: “Koeman mi ha mancato di rispetto”

Miralem Pjanic ha parlato a Marca dopo il suo passaggio dal Barcellona in prestito al Besiktas, in Turchia:

Sono un giocatore che può accettare tutto ma mi piacerebbe sempre che mi dicessero le cose in faccia. Non come se nulla fosse e io avessi 15 anni. Non potevo accettare una situazione come quella che ho vissuto l’anno scorso. Sono un calciatore a cui piace giocare sempre molto, è quello che mi rende felice.


Il centrocampista bosniaco ha espresso tutto il suo rammarico per non essersi imposto a Barcellona:

Volevo quella sfida, era il momento giusto per provarla. Ma mi sono ritrovato un allenatore che non conoscevo. Ancora oggi non so cosa volesse esattamente, non ha cercato di spiegarmi le cose, o di trovare una soluzione.

Barcellona, Pjanic al veleno: “Koeman mi ha mancato di rispetto”

Poi Pjanic se l’è presa con Koeman:

Non ho mai avuto problemi in nessuna squadra, penso di avere avuto un ottimo rapporto con tutti gli allenatori… non so cosa sia successo. Se qualcuno mi ha mancato di rispetto? Il mister, sì, sì.

Sulle trattative per ridursi l’ingaggio, motivo per cui è saltato anche il suo ritorno alla Juventus, Pjanic ha detto:

Prima di venire al Barcellona ho già fatto uno sforzo, guadagnando meno. Ma non sono uno di quelli a cui piace parlare di questo. Sono uno a cui piace il calcio, anche se l’aspetto economico è importante.

E a proposito del mancato ritorno alla Juventus, ha concluso:

È vero. C’erano molte cose, ma la situazione di quelle squadre non era facile. È stato stressante, ho pensato riguardo alla mia situazione, ma fino a quando non ho ricevuto una chiamata ero concentrato sull’allenamento.

Embed from Getty Images

Sampdoria, Ferrero: “Mancini dovrebbe convocare Quagliarella”

Calciomercato, Jerome Boateng sceglie il Lione: “Piazza importante”