Barcellona, Pjanic
Barcellona, Pjanic

Barcellona, Pjanic: “Bene alla Juve, ma ora gioco con un extraterrestre”

Miralem Pjanic, uno dei nuovi volti del Barcellona, nella conferenza stampa di presentazione ha mostrato tutto il suo entusiasmo per la nuova avventura:

Giocare qui è un grande onore. È un sogno giocare qui, è un qualcosa di straordinario. Sono molto felice. Sono nella squadra più grande del mondo ed è un grande orgoglio. E’ una grande opportunità per me. Qui ci sono grandi giocatori, spero di contribuire con la mia esperienza. Il Barça è stato un punto di riferimento per me e per il calcio.

Il bosniaco, arrivato al Camp Nou dopo gli anni trascorsi a Torino, ha proseguito:

La Juventus è una grande squadra e mi ha aiutato molto. Ma dopo diversi anni avevo bisogno di altre sfide. Giocare per il Barça è sempre stato il mio sogno. La mia volontà era di vivere questo sogno e accettare questa sfida. La scorsa stagione è stata difficile, a causa del Covid. Ma non bisogna più pensare al passato, bisogna guardare al futuro. Il Barça continuerà ad essere grande. Dobbiamo costruire insieme il futuro. Condividere lo spogliatoio con Messi e gli altri giocatori è un sogno. Sono molto motivato.

Pjanic ha poi commentato la clamorosa sconfitta dei blaugrana in Champions contro il Bayern:

Sono quelle partite che capitano di tanto in tanto. Ma il Covid non è una scusa. È stata una sconfitta molto dolorosa. Sappiamo che le cose non saranno facili. Il calcio è così. Dobbiamo essere forti e creare un gruppo sano e costante, insieme al tecnico, per fare di nuovo un buon calcio.

Embed from Getty Images

Barcellona, Pjanic: “Bene alla Juve, ma ora gioco con un extraterrestre”

Pjanic ha poi parlato di Messi, che per alcune settimane è sembrato vicino a lasciare il Barcellona:

C’è sempre delusione dopo una sconfitta. Ma questa è casa sua. Sarebbe stato difficile per me vederlo con un’altra maglia. Lo vedo felice e contento. È il miglior giocatore di tutti i tempi. È molto importante che sia con noi. Ho giocato con Totti, Cristiano Ronaldo… Per me è importante avere questi calciatori vicini. Sono giocatori molto importanti e per me sono un esempio. Ma tutto il gruppo è importante.

Quanto al nuovo tecnico Koeman:

Ho parlato con lui due o tre volte. È un allenatore che ha dimostrato tante cose in questi anni. Vedremo come vuole giocare e come vuole utilizzarmi. La stagione è lunga. Ho giocato in tutte e tre le posizioni di centrocampo. Mi adeguerò.

E su Luis Suarez, che potrebbe fare il tragitto inverso andando alla Juventus, Pjanic ha commentato:

Non so cosa succederà, so che è un grande giocatore. Non conosco il suo futuro.

Sugli obiettivi:

Penso che giocare qui sia una sfida. Per me la cosa più importante è rendere felici i tifosi. Questo è più di un club. Devi giocare bene e vincere titoli. Possiamo raggiungere tutti gli obiettivi, abbiamo esperienza e giocatori fantastici.

Copa Libertadores 2020

Libertadores, ok a giocatori Boca Juniors positivi: Paraguay infuriato

Neymar parla ancora di Alvaro

Neymar: “Mia reazione sbagliata. Ma vado avanti a testa alta”