LeBron James

NBA: ecco cosa mangia LeBron James il giorno della partita

Nello sport di alto livello – dal basket NBA di Lebron James al calcio europeo di Messi e Cristiano Ronaldo – è finito da decenni il tempo dell’improvvisazione, anche nel campo alimentare. Almeno nella maggior parte dei casi, insomma, non sarebbe più possibile arrivare in un grande team e scoprire, per esempio, che i giocatori si ingozzano di fish and chips e li innaffiano magari con abbondante Coca-Cola.

Come successe, per dire, a Fabio Capello che rimase di stucco davanti all’alimentazione dissennata dei calciatori della Nazionale inglese e pretese di cambiarla immediatamente, introducendo buona parte della cosiddetta dieta mediterranea.

Un atleta vero come Cristiano Ronaldo, per esempio, non lascia nulla al caso e anche per quanto riguarda il cibo ha un’attenzione e una programmazione assolutamente maniacali. CR7, infatti, segue da anni una dieta strettissima che comprende una grande varietà di pesce, frutta fresca, cereali integrali, proteine ​​magre e tanta verdura.

Basket NBA: l’alimentazione di LeBron James il giorno della partita

Quasi coetaneo del portoghese, anche LeBron James dedica da sempre grande attenzione al cibo che introduce, come ha rivelato tempo fa The Time Ferris Show:

Sono sempre stato molto attento a mangiare “pulito” perché ho sempre desiderato avere una carriera lunga. Quindi niente bevande artificiali, zuccheri e cibi fritti.

Ecco l’alimentazione tipo di LeBron nel giorno della partita:

  • Colazione: frittata al bianco d’uovo con salmone affumicato e pancake senza glutine con frutti di bosco.
  • Pranzo: pasta integrale, salmone e verdure.
  • Merenda prepartita: panino con burro di arachidi e gelatina.
  • Spuntino all’intervallo: mele affettate con burro di mandorle in cima.
  • Postpartita: shake proteico.
  • Cena: parmigiana di pollo con insalata di rucola e un bicchiere di vino rosso.

Embed from Getty Images

“Bevo Bordeaux e Amarone della Valpolicella”

Ebbene sì, per arrivare a essere uno dei migliori marcatori nella storia del basket NBA –  attualmente è il terzo di sempre dopo essersi messo alle spalle giocatori del calibro di Michael Jordan e Kobe Bryant – l’ala piccola dei Los Angeles Lakers non tralascia anche un goccio dei rossi più pregiati, di cui si picca di essere grande intenditore. I suoi preferiti? Il Bordeaux e l’Amarone della Valpolicella, ma non solo:

Staremmo seduti qui tutto il giorno se dovessi darti la lista completa di tutti i vini che ho nella mia cantina.

Una dieta abbastanza equilibrata per un giocatore di basket NBA, secondo il parere della dottoressa Barbara Giordano, biologa nutrizionista che opera nel campo dell’alimentazione per lo sport:

Un’alimentazione sicuramente efficace visti i risultati che LeBron James ottiene. Tre cose vanno tenute d’occhio: qualità, varietà e stagionalità. Per quanto riguarda la prima, è importante che il pollo, per esempio, sia ruspante. Inoltre, è probabile che questa sia una dieta-tipo e che venga variata a seconda dei periodi: frutta e verdura non di stagione, infatti, possono perdere quegli antiossidanti o vitamine per cui vengono assunte.

Ribery Fiorentina

Fiorentina, la corsa salvezza con un Franck Ribery in più

Francesco Totti

I 15 gol più belli di Totti con la Roma e con la Nazionale italiana