Boxe, pugile italiano Broili sospeso per tatuaggi nazisti
Boxe, pugile italiano Broili sospeso per tatuaggi nazisti

Boxe, pugile italiano Broili sospeso per tatuaggi nazisti

La Procura Federale della Federazione pugilistica italiana ha aperto un procedimento disciplinare a carico di Michele Broili.

Il boxeur triestino si è presentato sul ring, sabato scorso per il match del campionato italiano dei superpiuma, con dei tatuaggi sul corpo che inneggiavano al nazismo. Un dettaglio che non poteva certo sfuggire a chi di dovere e che adesso porterà a delle conseguenze.

Embed from Getty Images

Boxe, pugile italiano Broili sospeso per tatuaggi nazisti

La Fpi fa sapere che Broili è stato deferito “per presunte gravi violazioni disciplinari”. Il Procuratore ha chiesto al Tribunale federale l’applicazione nei confronti del tesserato della misura cautelare della sospensione da ogni attività agonistica sino allo scadere delle indagini.

Il Tribunale ha ritenuto l’istanza cautelare fondata e, come tale, meritevole di accoglimento. Da qui la sospensione del pugile da ogni attività agonistica, sociale e federale, sino al termine delle indagini preliminari fissato per il 19 novembre 2021. Il Tribunale ha anche disposto l’audizione dello stesso Broili per lunedì prossimo, 27 settembre.

DAZN Serie A

Dazn dopo i problemi: “Ci scusiamo e promettiamo indennizzo”

Milan, Daniel Maldini in gol nel giorno del suo esordio da titolare