Burnley, individuati i responsabili dello striscione: “White Lives Matter”

Il Burnley crede di aver identificato i tifosi responsabili dello striscione con su la scritta “White Lives matter”, fatto volare sopra l’Etihad Stadium trainato da un aereo durante la partita con il Manchester City di lunedì sera. Lo ha dichiarato il direttore generale del Burnley Neil Hart a Sky Sport Uk, assicurando che appena identificati, i tifosi saranno allontanati a vita dalle partite della squadra.

Crediamo di sapere chi siano i responsabili, al 100 per cento gli vieteremo a vita di assistere alle nostre partite – ha detto Hart – Quando ho visto lo striscione passare sopra l’Etihad mi sono disgustato. Mi vergognavo nel vedere che stava sopra l’Etihad in quel modo. Non è certamente ciò che vogliamo rappresentare come una squadra di calcio, come una città, come un collettivo o una comunità.

Intanto la polizia del Lancashire, la regione in cui si trova Manchester, continua a indagare sull’accaduto.

Al momento si sa che l’aereo è decollato e tornato all’aeroporto di Blackpool, dove le autorità hanno dichiarato che interromperanno immediatamente i voli di questo tipo. Non è ancora noto chi abbia pilotato l’aereo o chi abbia commissionato lo striscione, ma alcuni post sui social potrebbero rivelarne l’identità.

Embed from Getty Images

Burnley, scoperti responsabili striscione

Intanto la Premier League prosegue la stagione dopo il ritorno alla normalità della settimana scorsa. A completamento della giornata 31 di Premier League c’è il posticipo di lusso tra Chelsea e Manchester City.

L’incontro, in programma giovedì allo Stamford Bridge alle ore 21.15, si prevede alquanto suggestivo e avvincente per la caratura delle due formazioni. I Blues, guidati dall’ex centrocampista Lampard, hanno vinto con tanta sofferenza l’ultima trasferta del Villa Park, grazie a Pulisic e Giroud.

Vittoria che è valsa doppia per il Chelsea, dato che ha aumentato il distacco dalle inseguitrici e consolidato il quarto posto. Il City di Guardiola, nonostante il Liverpool sia vicino alla conquista del campionato, sta concludendo nel migliore dei modi la stagione dopo aver distrutto sia l’Arsenal, sia il Burnley. I campioni in carica, con la Premier ormai sfumata, si concentrano sulla conquista della FA Cup, anche se il sogno resta la Champions League, competizione che manca ancora nella bacheca dei Citizens e che riprenderà ad agosto.

Schalke 04, gli ultras dichiarano il “fallimento morale” del club

Sport da contatto, ok di Spadafora: “Manca quello di Speranza”