Cina, Fabio Cannavaro torna alla vittoria
Cina, Fabio Cannavaro torna alla vittoria

Cina, vittoria per Cannavaro. Donadoni sostituito da Jordy Cruyff

Immediato riscatto in Cina per il Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro. Dopo la prima sconfitta incassata domenica scorsa, la squadra allenata dal tecnico italiano si è imposta per 3-1 sul campo dell’Henan Jianye nella quinta giornata del massimo campionato cinese. In gol Paulinho (42esimo) e Wei Shihao(doppietta, 78esimo su rigore e poi 84esimo) per un successo che permette al Guangzhou di portarsi a quota 12 punti in 5 partite.

Intanto Jordy Cruyff, 46 anni, figlio del leggendario Johan Cruyff, prenderà la guida dello Shenzhen. Succede a Roberto Donadoni che ha lasciato l’incarico l’11 agosto, dopo appena quattro partite (tre sconfitte, una vittoria) giocate nella stagione 2020 della Chinese Super League (CSL). Finisce nel peggiore dei modi quindi l’esperienza dell’italiano in Cina.

Embed from Getty Images

Cina, vittoria per Cannavaro. Donadoni sostituito da Jordy Cruyff

Donadoni era approdato sulla panchina del club cinese poco più di un anno fa, ma i risultati, anche nella scorsa stagione, erano stati abbastanza negativi. Da qui l’annuncio dell’esonero di tre giorni fa e quello successivo del nuovo tecnico, pubblicato sul sito ufficiale del club:

L’allenatore Cruyff dovrebbe arrivare in Cina il 16 agosto e poi sarà sottoposto al protocollo medico correlato al coronavirus.

Questo il comunicato del club della Cina meridionale. Cruyff, ex centrocampista del Manchester United e Barcellona, dovrà osservare una quarantena di quattordici giorni, prima di poter prendere la direzione della sua nuova squadra. Nel frattempo il suo vice Zhang Xiaorui continuerà ad operare come capo allenatore.

L’allenatore ritrova un campionato dove ha già lavorato. Nell’agosto 2018 guidò il Chongqing Lifan, prima di lasciare il club nel dicembre 2019 dopo che le trattative per prolungare il suo contratto sono fallite. Dallo scorso gennaio era il ct dell’Ecuador, ma è tornato in Spagna quando nel Paese sudamericano è esploso il coronavirus. Ha lasciato il suo incarico a fine luglio, senza aver condotto una sola partita e nemmeno un allenamento per la selezione ecuadoriana.

Inter, allenamento prima dello Shakhtar

Inter, Gagliardini: “Sappiamo cosa fare contro lo Shakhtar Donetsk”

Atalanta, il bilancio di Percassi

Atalanta, Percassi: “Nessun rimpianto, siamo stati all’università del calcio”