Coronavirus, Scozia ferma fino al 10 giugno

In Scozia non si potrà giocare al calcio almeno fino al 10 giugno. Lo stabilisce un provvedimento della Federcalcio che stasera ha deciso – come riporta il sito ufficiale – “di prolungare la sospensione delle attività a causa dell’emergenza coronavirus“.

In un primo momento, il 19 marzo scorso, la sospensione era stata decisa fino al 30 aprile, oggi è stata prorogata.

Il Cda della FA scozzese fa riferimento a una lettera ricevuta dal ministro per la Salute pubblica, lo sport e il benessere, Joe FitzPatrick, che parla di precauzioni per la salute pubblica e di restrizioni, vietando concentrazioni di persone diminuendo così la diffusione del coronavirus. Rod Petrie, presidente della FA scozzese, ha detto:

Il messaggio è molto chiaro. Le restrizioni del Governo per salvare vite umane devono essere rispettate e non vi è alcuna prospettiva di una rapida ripresa degli allenamenti né tantomeno delle partite in Scozia per diverse settimane. La decisione di sospendere tutto il calcio almeno fino al 10 giugno ci permette di aiutare i club a garantire la sicurezza e il benessere di giocatori, dipendenti e tifosi, ma anche di adottare misure per mitigare i loro costi.

Premiership, un’immagine dell’Old Firm: rinviato per Coronavirus

Coronavirus, le decisioni in Scozia e Inghilterra

Giocare a porte chiuse è il male minore anche in Inghilterra. In attesa di sapere se e quando riprenderà la stagione, infatti, Leroy Sane’ si dice favorevole all’ipotesi di giocare senza pubblico pur di completare la stagione una volta che ci saranno le condizioni.

Si legge ogni giorno qualcosa di diverso, nemmeno gli esperti sono d’accordo per cui me è difficile fare una valutazione. Quello che posso dire è che mi manca il calcio e vorrei tornare in campo il prima possibile. Ma non possiamo far altro che fidarci degli esperti e farci trovare pronti quando ci sarà detto di ricominciare e probabilmente dovremo farlo a porte chiuse.

Queste la parole dell’attaccante del Manchester City sull’emergenza coronavirus, in un’intervista al sito della Federcalcio tedesca:

Ma andrebbe comunque bene, è importante trovare delle soluzioni senza prendere alla leggera la salute della gente. Da un punto di vista sportivo sarebbe anche la cosa più corretta da fare se servisse in qualche modo a completare la stagione.

Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic già si allenano in campo

Cover Quiz - Vecchia Signora Juventus

Il quiz sulla Juventus: sai tutto sulla Vecchia Signora?