Covid, Argentina torna in campo
Covid, Argentina torna in campo

Covid, Argentina riparte dopo 7 mesi di stop: Maradona in panchina

Sette lunghi mesi di stop, sono quelli che ha dovuto attendere l’Argentina prima di tornare a giocare. Finalmente anche nella terra delle Pampas è possibile riprendere il campionato, fermato per via dello scoppio della pandemia di Covid. Si è partiti con la disputa di alcuni match di Coppa di Lega, una nuova competizione che assegna un posto nella Libertadores.

Il ritorno al campo giocato è coinciso con la festa per i 60 anni di Diego Armando Maradona, che prima del match tra Gimnasia La Plata, squadra allenata dall’ex ‘Pibe de Oro’ e il Patronato (poi finito 3-0 per il Gimnasia) è stato accolto con fuochi d’artificio, striscioni in suo onore e cori di incitamento e messaggi di auguri registrati. Ovviamente il tutto senza la presenza del pubblico, vietato anche in Argentina.

Embed from Getty Images

Covid, Argentina riparte dopo 7 mesi di stop: Maradona in panchina

Diego nel corso della celebrazione si è tolto la mascherina solo per soffiare sulle candeline delle due torte preparate per lui. Una dal suo club e l’altra dalla federcalcio dell’Argentina. In seguito ha ricevuto in dono una targa in argento e una maglia incorniciata del Gimnasia. Circa 500 tifosi hanno tentato di scortare la squadra prima della partita e festeggiare Diego, ma sono stati bloccati dalla polizia.

Maradona è ancora sotto osservazione dopo che un suo guardaspalle è risultato positivo al Covid. Diego è rimasto a bordo campo a seguire i suoi solo per 18 minuti. A seguire ha lasciato lo stadio per tornare in isolamento. Nel giorno del ritorno in campo dell’Argentina, ci doveva essere anche lui.

Ronaldo guarito

Covid, Juventus: Cristiano Ronaldo finalmente negativo

Serie B

Serie B, la Reggiana rinuncia alla trasferta a Salerno: sarà 3-0 a tavolino