Edinson Cavani: tutto quello che devi sapere

Edinson Roberto Cavani Gómez, per tutti semplicemente Edinson Cavani, “El Matador”, nasce il 14 febbraio 1987 a Salto, la seconda città per popolazione d’Uruguay dopo la capitale, Montevideo. Suo padre è Luis, soprannominato “El Gringo”, con un passato da calciatore e qualche convocazione in nazionale uruguaiana.

Proprio nella squadra della sua città comincia a muovere i suoi primi passi calcistici già a 4 anni e, come raccontato da lui stesso, a quei tempi se la sua squadra vinceva lui e i suoi compagni di squadra vengono premiati con un gelato.

Embed from Getty Images

A 12 anni passa nel settore giovanile del Danubio e lì, con il soprannome di “El Botija” (cioè, “il bambino”, per via dei lineamenti infantili e del fisico esile), riesce a mettersi in mostra, sfruttando anche il palcoscenico del torneo di Viareggio, dove segna un gol vittoria contro il Messina. È in quella circostanza che lo nota il Palermo di Maurizio Zamparini, che lo prende dal Danubio futuro campione d’Uruguay a metà stagione e lo porta in Sicilia per 5 milioni.

Cavani, l’arrivo in Italia e gli anni d’oro di Napoli

Un mese e mezzo dopo fa il suo debutto in Serie A contro la Fiorentina e riesce subito ad andare a segno, ma il suo primo anno in Italia viene interrotto anzitempo per via di un brutto infortunio. La stagione dopo non va benissimo (anche per via di alcune incomprensioni tattiche), ma nelle due successive va sempre in doppia cifra segnando 14 e 13 gol.

Intravedendone un futuro importante, il Napoli di De Laurentiis decide di puntare su di lui e lo acquista dal Palermo per 17 milioni. È il momento della sua maturazione finale, perché con la maglia azzurra Edinson Cavani inizia a segnare a raffica. In tre anni all’ombra del Vesuvio colleziona 138 presenze e realizza 104 gol (vincendo però solamente una Coppa Italia), per poi salutare tutti nell’estate 2013 e trasferirsi in Francia, nel Paris Saint-Germain, che spende 64 milioni pur di portarlo all’ombra della Torre Eiffel.

La consacrazione al Paris Saint-Germain e curiosità

Nel campionato 2017/2018 entra di diritto nella storia del club parigino, diventando nel giro di 5 anni il miglior marcatore di sempre del Psg, dove vince tra l’altro 5 Supercoppe di Francia, 4 coppe di Lega, 3 Coppe di Francia e 3 campionati.

Nel corso della sua carriera riesce a vincere la classifica dei marcatori sia in Serie A che in Ligue 1 (il secondo a riuscirci dopo Zlatan Ibrahimovic), mentre con la maglia dell’Uruguay è attualmente il secondo cannoniere della storia dietro solamente al compagno di reparto, Luis Suárez.

Cavani è conosciuto anche per la sua fede cristiana evangelica pentecostale. Dal matrimonio con l’uruguaiana Maria Soledad, conosciuta ai tempi della sua militanza nel Danubio, sono nati i suoi due figli, Bautista e Lucas. Con la compagna si è poi successivamente separato nel 2013, nel corso della sua esperienza al Napoli.

Neymar e gli amici pagati 11mila euro al mese: la dolce vita dei Toiss

Sergej Milinkovic Savic