Inter, Conte: “Vogliamo rompere le scatole fino alla fine”

Antonio Conte non è mai stato il tipo che si accontenta, non lo era da calciatore e da allenatore la sua fame di vittorie, se possibile, è aumentata ancora di più. Della sua Inter è soddisfatto, ma è un giudizio parziale e il suo obiettivo è esserlo ancor di più a fine stagione. Intanto c’è da pensare al Sassuolo, c’è da riportarsi a -6 dalla Juve che ieri ha vinto a Bologna.

La gara di domani è di quelle che possono ingannare, i neroverdi di De Zerbi ne hanno preso 4 a Bergamo contro l’Atalanta e sulla carta ci sono avversari peggiori. A Inter Tv, però, Conte avvisa i suoi ragazzi.

Quella con il Sassuolo è una sfida da affrontare con la giusta determinazione. Abbiamo analizzato il match che hanno perso con l’Atalanta: guardando il risultato si potrebbe pensare ad una partita di un certo tipo, ma il Sassuolo ha disputato un ottimo match, nel quale ha avuto molte occasioni da gol. Dovremo fare grande attenzione, sono una squadra in salute, che ha un’idea propositiva di calcio. De Zerbi sta facendo un ottimo lavoro. Serviranno il giusto spirito e la giusta determinazione.

Inter, Conte: “Poco tempo per recuperare”

Un match che arriva tre giorni dopo la vittoria contro la Sampdoria e che presenta difficoltà anche dal punto di vista del dispendio di energie:

Non sarà semplice, c’è sempre poco tempo per recuperare. Dovremo essere bravi in non possesso ad attaccarli con i giusti tempi, con le giuste pressioni: loro sono bravi a uscire da situazioni spigolose, verticalizzano in avanti, hanno giocatori tecnici, veloci, molto bravi. Non abbiamo avuto tanto tempo per prepararla, ma conosciamo i loro pregi e i loro difetti.

Embed from Getty Images

Conte dice che individua un altro problema da affrontare in questo tour de force che obbliga i tecnici a pensare più del solito al turnover:

Poco recupero aggiunto al caldo: è una situazione anomala, ci saranno delle rotazioni. Cercheremo di partita in partita di far riposare chi ne avrà bisogno. Ho fiducia in tutti i calciatori della rosa: speriamo di avere meno contrattempi possibili, c’è bisogno di tutti. In mezzo al campo siamo un po’ contati, Vecino si trascina un problema al ginocchio, speriamo di recuperarlo.

L’allenatore non vuole mollare lo Scudetto

Stanno bene e lo hanno dimostrato con la Samp Lukaku e Lautaro Martinez che insieme hanno già realizzato 30 gol (18 il belga, 12 l’argentino).

Con me gli attaccanti segnano sempre, hanno un ruolo importante nella squadra: Lautaro e Lukaku stanno facendo bene, speriamo continuino così.

Conte è soddisfatto della sua Inter, ma deciso a rinviare ogni giudizio al termine della stagione:

Aspettiamo la fine del campionato per le conclusioni: stiamo lavorando, ho la fortuna di lavorare con ragazzi che dimostrano grande disponibilità. Stiamo mettendo basi importanti per l’Inter del presente e del futuro.

La Juve ha vinto a Bologna portandosi a +9, ma con una partita in più. Per l’Inter la pressione di doversi riportare a -6:

Chi sta davanti è padrone del proprio destino, gli altri devono aumentare i giri per mantenere il passo. Juventus e Lazio per ora hanno fatto meglio di noi e hanno più margini di errori. Per noi ogni partita è quella della vita. Vogliamo rompere le scatole fino alla fine.

Ultime battute sugli stadi vuoti e le voci di allenatori e giocatori:

Io partecipo in maniera molto attiva alla partita, c’è abitudine da parte loro ad ascoltarmi. Senza i tifosi è vero, i messaggi arrivano più facilmente, ma manca il tifo, il calcio è passione ed entusiasmo ed è quello che vogliamo trasferire ai tifosi. Bisogna fare attenzione, perché qualche volta qualche parolaccia può scappare.

Netflix, arriva una serie tv dedicata al calcio fiorentino

Milan e Inter, ok a volumetrie per 145 mq a San Siro