Maradona Policia
Maradona Policia

Maradona, risultati dell’autopsia: la morte è stata una lunga agonia

Nel corpo di Diego Armando Maradona, quando è morto il 25 novembre scorso, non sono state trovate tracce di alcol o droga. Come riportato dal quotidiano argentino Olè, è questo l’esito dell’autopsia.

I periti invece hanno rilevato la presenza di psicofarmaci. Il decesso è avvenuto per un “edema polmonare acuto” e di una “insufficienza cardiaca cronica aggravata”, in linea con l’autopsia preliminare svolta il giorno dopo la morte di Maradona. Il decesso sarebbe stato una vera agonia purtroppo per Diego, una sofferenza durata dalle 6 alle 8 ore.

Embed from Getty Images

Poche ore prima che venisse reso noto l’esito degli esami, Gianinna Maradona, una delle figlie di Diego, si era sfogata sui social:

Molti figli di p… si aspettavano che dopo l’autopsia di mio padre venissero fuori tracce di droghe, alcol e marijuana. Non sono un dottore ma l’ho visto molto gonfio. Aveva una voce robotica, non era la sua. Stava accadendo, e la pazza ero io.

Maradona, risultati dell’autopsia: la morte è stata una lunga agonia

Queste invece le parole di uno degli investigatori giudiziari che si occupa del caso all’agenzia argentina Telam:

È molto importante ciò che è emerso oggi che non era venuto fuori dai test di laboratorio, a un primo sguardo viene confermato che a Maradona venivano somministrati psicofarmaci ma nessun farmaco per la sua malattia cardiaca.

Alcuni psicofarmaci, tra l’altro, sono degli aritmogeni, ovvero causano aritmie: gli inquirenti dovranno ora valutare se fossero compatibili per un paziente che soffriva di cardiopatia cronica.

Inter Marotta Futuro Messi

Messi lascia Barcellona, passerà il Natale in Argentina

Izzo, Torino

Torino, Izzo: “Usciremo presto da questa situazione”