Fifa Wenger Mondiali
Fifa Wenger Mondiali

Wenger: “Mondiali ogni due anni? Un’evoluzione necessaria”

In un’intervista a ‘La Repubblica’, l’ex manager dell’Arsenal, Arsene Wenger, torna sull’idea di far giocare i Mondiali ogni due anni per un calcio, a suoi dire, “evoluzionario”.

Non è una rivoluzione, piuttosto un’evoluzione necessaria: tutti sembrano d’accordo sul fatto che il calendario vada riformato, nessuno è contento dello status quo.

Wenger ha poi proseguito il ragionamento:

Raggruppare le qualificazioni in una o due finestre internazionali e lasciare per il resto della stagione i giocatori con i loro club: meno interruzioni dei campionati, meno viaggi per i giocatori. Ci sarebbero meno giorni per le nazionali durante l’anno, ma si creerebbe lo spazio per una grande competizione alla fine della stagione, Mondiale o Europeo. E poi un periodo di riposo obbligatorio di 25 giorni per i giocatori prima dell’inizio della nuova stagione.

Embed from Getty Images

Wenger: “Mondiali ogni due anni? Un’evoluzione necessaria”

In questo modo secondo Wenger non perderebbero di valore le partite delle nazionali:

Io propongo di ‘pulire’ il calendario ed eliminare le partite che hanno perso significato. Un modo più moderno di organizzare il calcio. I giocatori sono con me.

Psg, Paredes chiede posto accanto a Messi: lo spogliatoio non gradisce

Latina Padel Club campione MSP

Padel, Coppa dei Club MSP: Latina campione d’Italia