Euro2020, Chiellini: “Lukaku? Penso che dormiremo bene entrambi”

Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dei quarti di finale di Euro 2020 contro il Belgio.

Sono contento di essere a disposizione e di essermi allenato con la squadra dopo Londra. Oggi abbiamo ancora un allenamento per provare le sensazioni. Questo è un grande gruppo, tutti possono ambire a giocare domani. Chiunque scenderà in campo sarà pronto per Lukaku e gli altri giocatori del Belgio. Senza snaturare il nostro gioco faremo una grande partita.

A proposito del confronto con il bomber belga e se gli toglierà il sonno, Chiellini ha risposto con una battuta:

C’è grande rispetto per Lukaku, con quello che ha fatto nell’Inter è diventato un giocatore straordinario e determinante. Ma limitare il Belgio a Lukaku è quasi offensivo nei confronti dei compagni che sono tutti grandissimi giocatori, con qualità incredibili. Penso che sia io che Romelu dormiremo bene.

Embed from Getty Images

Euro2020, Chiellini: “Lukaku? Penso che dormiremo bene entrambi”

Sulle sensazioni entrando all’Allianz Arena:

Lo stadio è bellissimo. c’è una atmosfera fantastica. A parte il clima, ma avremo un giorno di tempo per abituarci, sarà una grande partita per tutti.

Su come deve comportarsi un capitano in questi momenti, Chiellini ha aggiunto:

Prima di partite come queste serve una funzione da pompiere, per sdrammatizzare la tensione. E’ già tutto in fibrillazione, l’adrenalina verrà da sola in campo. Sprecare meno energie nervose può essere un vantaggio. C’è grande voglia di far bene e arrivare al risultato finale, siamo fieri di essere italiani come loro fieri di essere belgi. Ognuno proverà a portare la propria nazione più in alto possibile. Siamo due squadre forti, con giocatori di livello internazionale, vincerà chi sbaglierà dimeno. Saranno decisivi i dettagli.

Infine sul fatto che a oggi sia lui che Messi siano due svincolati:

Sono dinamiche di una annata strana, io sono super tranquillo e penso Messi più di me. In comune abbiamo anche che sono mancini, anche se la tecnica è diversa.

Euro2020, Mancini: “Affrontiamo i più forti d’Europa insieme alla Francia”

Lazio, l’addio di Lulic è amaro: “Non ho avuto possibilità di restare”