Razzismo nei confronti degli inglesi. Kane: “Questi non sono tifosi”

Twitter e Facebook hanno assicurato che si sforzeranno di cancellare i commenti attinenti al razzismo riversati sulle loro piattaforme contro tre giocatori neri della nazionale inglese dopo la sconfitta ai rigori con l’Italia ai campionati europei.

I commenti, rivolti a Marcus Rashford, Jadon Sancho e Bukayo Saka, sono oggetto di una inchiesta della polizia e sono stati condannati unanimemente, dal premier britannico Boris Johnson al selezionatore Gareth Southgate.

Embed from Getty Images

Un portavoce della società, riferendo che sono già stati soppressi oltre 1000 tweet e sospesi definitivamente numerosi account per violazione delle regole della piattaforma:

Gli odiosi insulti razzisti contro i giocatori inglesi ieri sera non hanno assolutamente posto su Twitter.

Facebook, che controlla anche Instagram, ha reso noto dal canto suo la sua lotta al razzismo:

Abbiamo rapidamente cancellato i commenti e gli account con insulti contro i giocatori inglesi. Continueremo a prendere misure contro quelli che infrangono le nostre regole.

Razzismo nei confronti degli inglesi. Kane: “Questi non sono tifosi”

Al riguardo del tema razzismo parla anche Harry Kane:

Tre ragazzi che sono stati brillanti per tutta l’estate hanno avuto il coraggio di farsi avanti e prendersi una responsabilità quando la posta in gioco era alta.

Riferendosi a Rashford, Sancho e Saka, Kane ha proseguito:

Meritano sostegno, non i vili insulti razzisti che hanno subito da ieri sera. Se insulti qualcuno sui social non sei un tifoso dell’Inghilterra, non ti vogliamo.

Udinese De Paul

Calciomercato, ufficiale: De Paul passa dall’Udinese all’Atletico Madrid

Maldini: “Bravo Mancini, ha riportato l’Italia dove è sempre stata”