Formula 1, ufficiale il nuovo calendario

Dopo il rinvio per l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di Covid-19, la Formula 1 scalda i motori in vista della nuova, e ridotta, stagione. Oggi è stato infatti ufficializzato un calendario di otto gare che si terranno interamente in Europa, tra luglio e settembre prossimi.

Le prove si disputeranno sui circuiti di Spielberg (Austria) il 5 e 12 luglio, di Budapest (Ungheria) il 19 luglio, di Silverstone (Gran Bretagna) il 2 e 9 agosto, di Barcellona (Spagna) il 16 agosto, di Spa (Belgio) il 30 agosto e di Monza (Italia) il 6 settembre.

Anche la Formula 1 quindi ha adesso delle date ufficiali da cui ripartire e concludere la stagione. Saranno ovviamente delle condizioni diverse rispetto a quelle previste inizialmente, ma almeno i tifosi potranno godere in un modo o nell’altro dello spettacolo delle quattro ruote.

Embed from Getty Images

Formula 1, ufficiali le nuove date

Un’anticipazione di quello che sarebbe accaduto l’aveva data questa mattina Mattia Binotto, che aveva parlato sulle colonne della Gazzetta dello Sport:

Tra poco più di un mese torneremo finalmente in pista. Il 2 luglio sarà infatti il primo giorno del weekend del Gran Premio d’Austria, appuntamento inaugurale di una stagione davvero particolare. Cominceremo con una serie di gare in Europa, quasi certamente senza pubblico e con un protocollo di sicurezza molto stringente per garantire la salute di tutti i partecipanti.

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha poi raccontato le sue impressioni su questa ripresa del Mondiale di Formula 1:

Sarà molto strano non poter vedere i nostri tifosi sulle tribune e per noi sarà una bella emozione tornare a fare quello che amiamo e far sentire anche se da lontano il rombo dei nostri motori. Oggi è la Festa della Repubblica e noi come Ferrari sentiamo sulla pelle l’orgoglio di essere italiani e di rappresentare il nostro Paese nel mondo: speriamo davvero di poter dare presto a tutti i nostri connazionali delle belle soddisfazioni e di fargli dimenticare in fretta questi mesi difficili.

Carlos Henrique Raposo, il Kaiser: il calciatore che non scese mai in campo

Mayweather paga i funerali di George Floyd