Messi e Koeman al Barcellona
Messi e Koeman al Barcellona

Barcellona, Koeman: “Messi? Il migliore di tutti, importante per noi”

Queste le parole di Ronald Koeman, tecnico del Barcellona, su Lionel Messi, tornato in gruppo dopo il lungo braccio di ferro con il club catalano al quale aveva espresso la volontà di voler andare via:

Messi è il migliore, è un giocatore molto importante come ha dimostrato per molti anni e spero che possa ripeterlo anche quest’anno.

Embed from Getty Images

Il tecnico olandese Koeman, come riporta Mundo Deportivo, è stato molto soddisfatto del lavoro svolto dal suo staff in queste prime due settimane di lavoro:

È stato molto positivo, i giocatori stanno lavorando molto bene, c’è molta intensità nell’allenamento. Siamo diventati più fisici e ora dobbiamo lavorare più tatticamente, ma in tutti gli allenamenti i giocatori hanno mostrato molto incoraggiamento, interesse e intensità e questo è molto importante perché giochi mentre ti alleni. Sono molto contento del lavoro svolto in queste due settimane.

Barcellona, Koeman: “Messi? Il migliore di tutti, importante per noi”

Sabato è in programma la prima amichevole dell’era Koeman contro il Nàstic di Tarragona, due settimane prima del debutto ufficiale in Liga contro il Villarreal al Camp Nou.

A parte la questione legata al futuro di Leo Messi, il Barcellona intanto si sta già muovendo prima dell’eventuale partenza del difensore Nelson Semedo, alla ricerca di una squadra nonostante la sua valutazione vari tra i 40 e i 50 milioni di euro.

Secondo quanto riportato da ‘Marca’, il club blaugrana è alla ricerca di un sostituto e ha già contattato Hector Bellerin per sapere quale sia la sua situazione e vedere le possibilità di mettere in piedi una trattativa. Il 25enne difensore spagnolo dell’Arsenal più volte in passato vicino a un possibile ritorno al Barcellona, dove ha militato nelle giovanili dal 2003 al 2011, e stavolta potrebbe tornarci anche con la formula del prestito. Bellerin attualmente è vincolato all’Arsenal con un contratto valido fino a giugno 2023.

De Laurentiis positivo al coronavirus

Napoli, dottor Mirone: “De Laurentiis era preoccupato”

Juventus, Van Gaal: “Non basta Cristiano Ronaldo per la Champions”