Mourinho: “Un mio record resta imbattuto”

José Mourinho è sempre lo stesso, non cambia mai. Egocentrico, filantropo e sempre alla ricerca di conferme sulla propria capacità di allenatore, sui proprio meriti e risultati raggiunti nel corso della sua carriera:

Volevo vincere in Italia, Inghilterra e Spagna e continuo a essere l’unico allenatore a esserci riuscito. Volevo entrare nella storia del calcio ma desideravo anche allenare e vincere col Real Madrid.

Intervistato da “Marca” a otto anni dalla vittoria della Liga – la 32esima nella storia dei blancos – con record di punti (100) e gol fatti (121) ma anche col miglior rendimento casalingo di sempre (50 punti al Bernabeu con 16 vittorie e 51 reti fatte), José Mourinho si guarda indietro con orgoglio.

Embed from Getty Images

Mourinho e i suoi record

Oggi sulla panchina del Tottenham, lo Special One ripercorre la stagione 2011-12 vissuta al timone del Real, fra le imprese più belle della sua carriera:

Mettere fine al dominio del Barcellona e farlo col record di punti e gol e’ stato un momento molto importante – ammette – Non solo abbiamo vinto la Liga ma lo abbiamo fatto scrivendo la storia. In quella stagione eravamo la miglior squadra di Spagna e d’Europa, anche per questo è stato durissimo uscire ai rigori in semifinale di Champions col Bayern. Avevamo costruito un’identità di gioco perfetta per la qualità dei giocatori che avevamo. Avevamo grandi calciatori che giocavano da vera squadra.

Oggi Mourinho è in attesa di capire se e quando ricomincerà il campionato inglese:

Mi manca il nostro mondo ma dobbiamo essere pazienti e prudenti. Questa è una battaglia che riguarda tutti e tutti dobbiamo fare la nostra parte. La ripresa della Premier League? Se giochiamo le nove giornate che restano sarebbe un bene per tutti, un bel segnale. Sarebbe a porte chiuse ma ci sarebbero comunque le telecamere per cui ci saranno milioni di persone a vedere le partite. Diciamo che non sarebbe uno stadio del tutto vuoto.

Europa, stop ai campionati: via alle cause

Castillejo: “Voglio restare al Milan”