Real Madrid, Bale poteva andarsene in estate: “Era tutto fatto”

“Se andasse via sarebbe la cosa migliore per tutti, anche per lui”. Lo aveva scaricato così il suo allenatore, Zinedine Zidane, verso fine luglio. Un modo per aprirgli e poi sbattergli dietro la porta di casa Real Madrid. Era un periodo teso, nel quale il trasferimento di Bale in Cina sembrava la cosa più probabile. Già fatta. Non è andata così, il gallese (tra un dissidio e l’altro) è rimasto alle Merengues.

Ma l’addio dell’ex Tottenham è stato davvero vicino, non erano speculazioni. Sulle sue tracce c’era lo Jiangsu Suning, squadra legata all’Inter (hanno lo stesso propietario) nella quale militano Edèr, Miranda e Texeira tra gli altri. E proprio il tecnico dei cinesi, Cosmin Olaroiu, ha rilasciato alcune dichiarazioni al The National per confermare l’operazione Bale. Sfumata per un soffio:

Era tutto fatto praticamente. Il club era d’accordo sia col suo agente, che era qui in Cina, che col Real Madrid. Ma non sapevo cosa stesse succedendo in casa loro, avevano perso delle amichevoli e questo gli aveva fatto cambiare idea. All’inizio, ci avevano detto che avrebbero liberato Bale e che noi, quindi, avremmo dovuto solo pagargli l’ingaggio. Poi all’improvviso hanno detto: “No, dovete pagare il trasferimento”. Ma non ce lo potevamo permettere e dunque siamo andati su un altro giocatore. Alla sera l’operazione era fatta al 90%, poi la mattina è cambiato tutto. Da parte del Real, non nostra.

Boxe, Wilder vs Fury 2: Gipsy King nuovo campione del mondo WBC

Karius

Karius, altra bocciatura: il Besiktas ha deciso di non riscattarlo