Real Madrid, Zidane in conferenza
Real Madrid, Zidane in conferenza

Real Madrid, Zidane: “Non sono un disastro, né il miglior tecnico”

Zinedine Zidane ormai da anni è abituato agli alti e bassi dei giudizi nei suoi confronti. Ma il suo Real Madrid è ancora in semifinale di Champions League:

Sono fortunato di essere qui al Real, ma non credo di essere un disastro come allenatore né il miglior tecnico, io ci metto la mia passione ma poi a essere importanti sono i giocatori. Qui si parla molto di tante cose, io preferirei parlare di calcio e non di me.

Il suo Real Madrid si è rialzato in campionato ed è in semifinale di Champions, non male per un tecnico, nonostante tutto quello che ha vinto, messo costantemente e inspiegabilmente in discussione dalla stampa spagnola.

Io non penso al mio futuro, non ne ho mai parlato neanche quando dicevate che bisognava mandar via Zidane. Vedo che ci sono molti dubbi, ma non in noi, i giocatori sono concentrati e vogliono vincere. Siamo contenti di quello che sta facendo la squadra e io come allenatore sono molto felice di essere in corsa su tutti i fronti. Un mio pregio? Godermi quello che faccio ogni giorno, lavorare con un gruppo di calciatori che ha vinto molto ma che vuole ancora di più, è la condizione ideale per un allenatore. Sappiamo soffrire e questo è fondamentale per vincere.

Embed from Getty Images

Real Madrid, Zidane: “Non sono un disastro, né il miglior tecnico”

Florentino Perez è stato recentemente eletto per il suo sesto mandato da presidente, magari potrebbe rinnovare anche Zidane:

Sono contento per lui, ma il resto non so, senza contare che si può avere un contratto di 4-5 anni e andar via domani o viceversa.

Per quel che riguarda l’attualità, grandi problemi di formazione per Zizou alla vigilia del match di domani in casa del Getafe. Non ci saranno in difesa Sergio Ramos, Varane, Carvajal, mancheranno anche Lucas Vazquez, Nacho e Casemiro, ma Zidane guarda avanti e ha fiducia nei giocatori che ha disposizione. Infine una battuta sulla scuola degli allenatori francesi:

Non sono d’accordo con chi dice che il livello non sia alto, c’è gente capace nella formazione e in tutte le categorie, il mio giudizio è completamente diverso.

Marc Marquez in sella sulla sua Honda

MotoGP, Marquez: “Che bello tornare. Ho lavorato per questo”

MotoGP, Quartararo in pole: giallo Bagnaia, Rossi male