UFC, arrestato McGregor per aggressione e furto

Ancora guai con la giustizia per Conor #McGregor. Il fighter irlandese è stato arrestato nella notte a Miami per aver aggredito un suo fan. Erano le 5 di mattina quando il 30enne di Dublino stava uscendo dal nightclub Liv e un ragazzo ha provato a scattargli una foto.

McGregor ha reagito schiaffeggiandolo, facendogli cadere a terra lo smartphone e poi saltandoci sopra. Il lottatore è infine andato via con il cellulare distrutto ma è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza e successivamente arrestato.

Ma Notorius è già libero dopo che è stata pagata la cauzione 12mila dollari. Intanto i suoi avvocati hanno fatto sapere: “Conor McGregor è stato coinvolto in un piccolo alterco. La polizia ha apprezzato il comportamento del nostro assistito che ha promesso la piena collaborazione”.

McGregor arrestato: è la seconda volta in due anni

Come detto non è la prima volta che McGregor finisce in manette. Nel 2018 fu fermato a New York dopo il surreale assalto al pullman che trasportava alcuni atleti UFC, tra cui Michael Chiesa che rimase ferito da un vetro rotto. La speranza è che torni a far parlare di sé esclusivamente per quanto fatto in gabbia.

FREE SOLO: il doc premio Oscar in onda su National Geographic

Mastour flop, lascia pure il Lamia: la sua carriera finisce qui?