UFC: Conor McGregor vuol combattere almeno tre volte nel 2020

Conor McGregor è pronto ad affrontare altri due match oltre a quello già fissato con Donald Cerrone. Il 18 gennaio prossimo, infatti, Notorius farà il suo grande ritorno alla T-Mobile Arena di Las Vegas (Nevada), affrontando il Cowboy in quello che rappresenterà il primo passo per la sua nuova scalata al titolo dei pesi leggeri UFC.Con Khabib Nurmagomedov vs Tony Ferguson già fissato, d’altronde, all’irlandese non restavano poi tante alternative, considerato come Justin Gaethje sia comunque il prossimo in linea per la title shot e data l’impossibilità di stipulare un money match immediato con Jorge Masvidal, a cui potrebbe essere concessa una title shot nei pesi welter non appena verranno risolte le ostilità tra il campione Kamaru Usman e l’ex re ad interim Colby Covington in quel di UFC 245.

Insomma, una matassa da cui risultava alquanto difficile tirar fuori un incontro migliore per Notorius, che dunque farà i conti con uno striker in un match-up stilistico che vedrà un ottimo thai boxer con un grappling d’élite opposto ad uno dei migliori counterstriker della storia UFC. A ciò, come detto, dovrebbero seguire altri due incontri: una voce confermata da Ariel Helwani, giornalista di ESPN che non ha certo utilizzato mezzi termini per descrivere quelli che erano, sono e saranno i piani a breve-medio termine di Notorius.

Allora, lui vuol combattere il 18 gennaio, avrebbe voluto farlo a dicembre ma UFC non gliene ha dato l’opportunità. Perciò, ha voluto far rientro a gennaio e vorrebbe combattere nuovamente in primavera o in estate, magari contro Jorge Masvidal o Nate Diaz nei welter. Conor vuol provare i riuscire a fare i conti anche coi welter. Alla fine dell’anno, invece, vorrebbe affrontare Khabib a Mosca, qualora fosse ancora il campione. Vuole davvero questo, spera di conquistare la title shot per poi zittire tutti.

Insomma, un piano molto articolato quello di McGregor, e che si interseca tra vittorie sue – tutte da concretizzare nei fatti, ovviamente – e di Khabib Nurmagomedov, nell’attesa di stipulare quel match alla Rocky 4 che tanto sta facendo sognare i tifosi dell’ex champ champ. Che il tutto riesca ad incastrarsi, al momento, non è affatto certo, ma senza dubbio la volontà di tornare ad agire concretamente nell’ottagono delle grandi mixed martial arts c’è ed è lampante.

UFC: countdown per McGregor vs Cerrone

Manca circa un mese e mezzo, intanto, a UFC 246: nel main event, come detto, Donald Cerrone e Conor McGregor si affronteranno in una battaglia senza esclusione di colpi, che sarà visibile in esclusiva italiana su DAZN con commento italiano di Alex Dandi.

Pallone d'oro 2019

Pallone d’Oro, c’è la classifica: vince Messi, Ronaldo fuori dal podio

Lionel Messi spaventa i tifosi: “Il ritiro si avvicina”. Ma Bartomeu è tranquillo