Formula 1, Vettel: “Non mi pento di aver scelto la Ferrari”

Sebastian Vettel ha parlato del suo futuro in un’intervista concessa a Sky Sports UK prima del Gp di Ungheria, poi concluso al sesto posto, e pubblicata in queste ore:

Penso che una decisione sia una decisione. Sono un professionista in questo senso e devo accettare qualsiasi scelta. Forse, le modalità sarebbero potute essere un pò diverse, ma in ogni caso devo loro rispetto e cercherò di dare tutto ciò che posso per una stagione al massimo delle disponibilità nonostante la difficile situazione.

Il pilota tedesco lascerà la Ferrari a fine anno e le ipotesi sulla prossima stagione sono diverse tra cui un ritorno in Red Bull, dove è stato per quattro volte consecutive campione del mondo.

Formula 1, Vettel: “Non mi pento di aver scelto la Ferrari”

Avrebbe voluto ripercorrere le orme dell’idolo Schumacher, ma l’esperienza successiva in Ferrari non è stata altrettanto positiva e alla domanda se si fosse pentito di aver lasciato la Red Bull Vettel ha risposto:

No, e questa è la verità. La Ferrari è sempre stata un mio sogno, Schumacher ha fortemente ispirato la mia infanzia, e lo fa ancora.Penso che sia il migliore di sempre. Speravo di togliere alcuni titoli a Lewis Hamilton in modo che il record di Michael fosse un po’ più lungo, ma non possiamo più fermarlo.

Embed from Getty Images

Vettel e Schumacher sono entrambi arrivati da scuderie rivali con cui hanno vinto (Schumacher con la Benetton e Vettel con la Red Bull) ma le analogie si fermano qui, visto che Schumacher ha vinto cinque titoli mondiali di fila e Vettel neanche uno:

Guardandomi indietro, il mio obiettivo era quello di vincere un Mondiale e non ci siamo riusciti – ammette – Abbiamo fallito. Tuttavia, abbiamo avuto delle buone annate e alcune buone gare. Quindi non sono pentito.

Nessun indizio sul futuro:

Vedremo. Nelle giuste condizioni sento di poter essere un bravo pilota come chiunque altro.

Riecco l’Nba! A Orlando si riparte con le prime amichevoli

Milan, Pioli: “Speravo nel rinnovo, ora testa all’Atalanta”