Brasile-Argentina, Cbf: “Nazionale di Scaloni avvertita di norme anti-covid”

Brasile-Argentina, Cbf: “Nazionale di Scaloni avvertita di norme anti-covid”

Continua sempre più rovente la polemica sul match sospeso tra Brasile e Argentina, match valido per le qualificazioni a Qatar 2022, interrotto dall’intervento delle autorità sanitarie brasiliane per la violazione del protocollo anti-Covid sulla quarantena da parte di quattro giocatori argentini che gioano in Premier League.

La Federazione calcistica del Brasile (Cbf) è intervenuta con una nota:

Abbiamo inviato una sua rappresentanza in qualità di uditore alla riunione avvenuta sabato all’Hotel Marriot. I rappresentanti della squadra nazionale argentina sono stati informati che c’era un’irregolarità nell’ingresso dei giocatori e che dovevano essere messi in quarantena.

Brasile-Argentina, Cbf: “Nazionale di Scaloni avvertita di norme anti-covid”

La Federcalcio del Brasile aggiunge che i rappresentanti della Nazionale Argentina hanno ricevuto indicazioni dalle autorità. Questo per richiedere, con gli organi competenti, un’autorizzazione speciale per i giocatori per regolarizzare la loro situazione:

In nessun momento ci è stata alcuna manifestazione da parte del rappresentante della CBF alle autorità in merito al problema di salute dei quattro atleti argentini, né nel senso di liberare o porre il veto alla loro partecipazione alla partita.

Embed from Getty Images

Si è trattato di un confronto tecnico tra Anvisa, Ministero della Salute e Associazione Argentina. L’Anvisa, l’agenzia brasiliana per la tutela della salute pubblica, al termine dell’indagine preliminare, ha disposto l’espulsione immediata di quattro giocatori negandogli di prendere parte alla partita. Si tratta di Romero e Lo Celso (Tottenham), Emiliano Martinez ed Emiliano Buendia (Aston Villa).

Calciomercato Real Madrid, Milan e Tottenham hanno tentato Asensio

Caos Guinea, Amrabat: “Le nostre famiglie temevano per noi”