Bayern Monaco, Lewandowski
Bayern Monaco, Lewandowski

Covid, quarantena in Inghilterra: Bayern nega Lewandowski a Polonia

Presa di posizione netta del Bayern Monaco, che non intende liberare Robert Lewandowski e David Alaba per le partite della Polonia in Inghilterra e dell’Austria in Scozia a fine marzo. Il motivo è la quarantena necessaria al ritorno dalla trasferta.

Embed from Getty Images

Lo ha comunicato il direttore sportivo del club Hasan Salihamidzic a margine del sorteggio di Champions League, che proponeva il Paris SG come avversario del Bayern Monaco per i quarti di finale di Champions League:

Se le cose restano come stanno, e i viaggiatori di ritorno dall’Inghilterra sono soggetti a quarantena, non renderemo disponibile Lewandowski.

Stessa decisione per Alaba, che deve essere “autorizzato a partecipare alla selezione pochi giorni dopo”.

Covid, quarantena in Inghilterra: Bayern nega Lewandowski a Polonia

Secondo le normative attualmente in vigore in Germania, le persone che arrivano da una zona a rischio al di fuori dell’UE, compreso il Regno Unito, sono soggette a una quarantena di 14 giorni. Una deroga è stata concessa per la prossima settimana ai giocatori tedeschi che giocano in Premier League, a condizioni molto rigorose relative a test di conformità alle misure di isolamento al di fuori di allenamenti e partite.

Questa eccezione tuttavia, essendo stata autorizzata dalle autorità locali di Duisburg, dove la Germania deve giocare due volte in casa, non si applica a Monaco. La Polonia giocherà il 31 marzo in Inghilterra nelle qualificazioni per la Coppa del Mondo 2022 e l’Austria il 25 marzo in Scozia. Per il Bayern Monaco comunque Lewandowski e Alaba sono liberi di rispondere alla convocazione dei loro allenatori per altre partite di marzo, che non prevedono trasferte in paesi “a rischio”.

Belgio, Martinez su Hazard

Belgio, Eden Hazard non si opera alla caviglia: ci sarà per l’Europeo

Ranieri, Sampdoria

Sampdoria, Ranieri: “Contro il Torino per noi è la prova del nove”