Mondiali 2022, Brasile prima sudamericana a qualificarsi

Primi verdetti. Il Brasile è la squadra sudamericana numero uno ad assicurarsi la qualificazione ai Mondiali 2022 di calcio in Qatar. I verdeoro hanno battuto la Colombia 1-0, a San Paolo, grazie a un gol di Paquetà su passaggio di Neymar. I cinque volte campioni del mondo, gli unici ad aver giocato tutte le edizioni dei Mondali, si uniscono ad altre tre nazioni già qualificate: Germania, Danimarca e Qatar, paese ospitante.

Embed from Getty Images

La Seleçao, battendo la Colombia per 1-0 al ‘Neo Quimica’ di San Paolo con gol dell’ex milanista Paquetà, si è quindi qualificata per i Mondiali con cinque turni di anticipo sulla fine del girone sudamericano delle eliminatorie. Attualmente ha 34 punti con altri 15 a disposizione (senza contare il match in casa con l’Argentina interrotto, che non si sa se e quando verrà recuperato), e ora cercherà di battere il record dell’Argentina del ‘Loco’ Bielsa che nel 2002 vinse il gruppo con 43 punti.

Mondiali 2022, Brasile prima sudamericana a qualificarsi

Intanto fanno discutere alcune affermazioni del ct Tite, che ha detto di non voler andare in visita al Presidente della Repubblica in caso di vittoria mondiale in Qatar. Alla fine del 2022 ci saranno state le Presidenziali, ma sarà ancora in carica Jair Bolsonaro perché non ci sarà stato il passaggio di consegne.

Non voglio essere strumentalizzato politicamente e questa decisione è irrevocabile.

Nel 2012, dopo aver vinto la Libertadores alla guida del Corinthians, Tite posò per una foto con la Coppa assieme all’ex Presidente Lula, grande tifoso del club paulista e da lì nacquero le voci che il tecnico fosse di sinistra.

Ma non è così. Io non sono comunista, ma umanista.

Il ct del Brasile avrebbe anche raccomandato ai suoi giocatori di evitare risposte a domande su politica ed elezioni.

Barcellona, brutte notizie per Aguero: rischia di doversi ritirare

Fiorentina, Castrovilli: “Dura restare fuori. Ora voglio il primo gol”