Ancelotti: “Lottare fa parte del DNA dell’Everton”

Carlo Ancelotti cerca di scuotere i giocatori dell’Everton in conferenza stampa, alla vigilia del match di Premier League contro l’Aston Villa:

Ci aspettiamo una reazione rispetto alle ultime gare. Diverso approccio, diversa mentalità, diverso carattere. Vedere i giocatori lottare è un qualcosa che fa parte del Dna di questo club, se non lo fai vuol dire che non ce l’hai.

Con un punto nelle ultime tre gare, l’Everton ha visto svanire le sue ambizioni di un posto in Europa.

Embed from Getty Images

Domani al Goodison Park arriva l’Aston Villa in piena lotta per non retrocedere a tre giornate dalla fine:

Le ultime tre nostre partite sono state scadenti – ha detto Ancelotti – e il perché è difficile da dire. Prima di tutto penso che non abbiamo avuto molto tempo per recuperare, in secondo luogo abbiamo perso un po’ di spirito combattivo, di motivazioni e concentrazione. Non penso che questo sia un problema di presenza o meno dei tifosi. Questa squadra deve migliorare la personalità, soprattutto nelle partite in trasferta. Dobbiamo migliorare l’aspetto della mentalità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

⌚️ l Talking points ahead of #EVEAVL…

Un post condiviso da Everton (@everton) in data:

Ancelotti sprona l’Everton

Idee chiare sulla corsa all’Europa, che per un club come l’Everton a giudizio di Ancelotti deve essere la normalità:

Penso che questa squadra debba competere nelle competizioni continentali per club – sottolinea Ancelotti -. Non siamo stati in grado di farlo in questa stagione, vogliamo combattere la prossima per raggiungere il palcoscenico europeo. Deve essere ed è un obiettivo per questo club. Quest’anno non è iniziato bene, eravamo vicini al fondo della classifica a dicembre. Avevamo il sogno di raggiungere l’Europa, ma gli ultimi risultati non sono stati buoni. Questo non cambia i piani, il l’obiettivo deve essere sempre l’Europa.

Ecco qui di seguito l’attuale classifica della Premier League: Liverpool 93 punti; Manchester City 72; Chelsea 63; Leicester, Manchester Utd 59; Wolverhampton 55; Sheffield Utd 54; Tottenham 52; Arsenal, Burnley 50; Everton, Southampton 45; Newcastle 43; Crystal Palace 42; Brighton 36; West Ham, Watford 34; Bournemouth 31; Aston Villa 30; Norwich 21.

Verona, Juric: “Roma squadra top, ma noi abbiamo fame”

Gazidis: “Vogliamo riportare il Milan ai vertici d’Europa”