Liverpool, Klopp: “Prossimo anno non difenderemo titolo, lo attaccheremo”

Il suo Liverpool è diventato prima campione d’Europa, poi d’Inghilterra. Ma la fame è sempre la stessa. Jurgen Klopp pensa già ai trofei da vincere e a come tenere alta la tensione in una squadra che negli ultimi due anni ha vinto tutto.

Non difenderemo il titolo la prossima stagione: lo attaccheremo.

Embed from Getty Images

Il Liverpool ha conquistato la Premier League dopo 30 anni con sette turni di anticipo, lasciando a 23 punti il Manchester City secondo:

Loro saranno forti la prossima stagione, lo United sarà forte e anche il Chelsea sarà forte. È ovvio che il City è una squadra eccezionale, lo United è in ottima forma e il Chelsea è in ottima forma, oltre al fatto che si sta muovendo bene sul mercato.

Liverpool, Klopp sempre affamato

Domani il City ospiterà il Liverpool all’Etihad e Guardiola ha già annunciato che i suoi giocatori omaggeranno quelli del Liverpool con una guardia d’onore prima della partita:

Non sono sicuro di averne mai avuta uno. È una tradizione inglese, quindi ce la prendiamo. Non ne avrei bisogno, perché andiamo lì e vogliamo vincere una partita di calcio piuttosto che celebrare quello che è successo una settimana prima, ma è un bel gesto.

Questo è quanto detto dal tecnico tedesco, che a proposito di festeggiamenti ha scritto una lettera aperta ai tifosi del Liverpool per invitarli a non festeggiare nelle strade per non creare assembramenti.

È un momento difficile per tutti noi e posso davvero capire che ci sono emozioni da sfogare, non solo per i 30 anni d’attesa.Molti dei nostri tifosi hanno fatto quello che avrebbero dovuto fare e sono rimasti a casa. Le foto che abbiamo visto dal centro città non erano quelle che avremmo voluto vedere. Lo dico per la prima volta nella mia vita perché di solito adoro queste foto, ma non è questo il momento giusto.

Roma, Fonseca: “Non è ancora tempo per fare bilanci”

Serie A, goleada dell’Inter al Brescia: finisce 6-0