Manchester United, Maguire condannato a 21 mesi e 10 giorni di prigione
Manchester United, Maguire condannato a 21 mesi e 10 giorni di prigione

Manchester United, Maguire condannato a 21 mesi e 10 giorni di prigione

Per Harry Maguire, capitano del Manchester United, le cose si mettono male in Grecia dopo l’arresto della scorsa settimana a Mykonos. Secondo i media inglesi, la giustizia ha ritenuto il centrale dei Red Devils – proclamato innocente davanti alle accuse – colpevole di aggressione aggravata, resistenza all’arresto e tentata corruzione.

Maguire era stato arrestato assieme al fratello Joe e un amico dopo una rissa scoppiata giovedì scorso, quando alla sorella sarebbe stata somministrata una droga da stupro. Secondo l’accusa, una volta portato in commissariato, Maguire – nel frattempo rientrato in Inghilterra – avrebbe iniziato a dire:

Sapete chi sono? Sono il capitano del Manchester United, sono molto ricco, posso pagarvi, darvi dei soldi, lasciateci andare.

Davanti però al tentativo degli agenti di riportare la calma, la situazione sarebbe degenerata e da parte di Maguire e degli altri due sarebbero partiti insulti e colpi proibiti. Diversa la versione del giocatore riportata dai suoi legali: il centrale inglese avrebbe chiesto di portare la sorella in ospedale e invece sono finiti in commissariato dove un agente avrebbe colpito il calciatore a una gamba, urlandogli “la tua carriera è finita”.

Embed from Getty Images

Manchester United, Maguire condannato a 21 mesi e 10 giorni di prigione

Ma la giuria ha creduto alla versione della polizia. Maguire rischia ora una condanna fino a tre anni anche se convertibile in una salata ammenda.

Maguire alla fine è stato condannato a 21 mesi e 10 giorni di prigione, pena sospesa per i prossimi tre anni in quanto incensurato. Il Manchester United ha però fatto sapere che il calciatore ha già dato mandato ai suoi legali di fare ricorso, ritenendosi innocente.

Harry Maguire intanto è stato tolto dal ct dell’Inghilterra, Gareth Southage, dalla lista dei convocati per le partite contro Islanda e Danimarca valide per la Nations League. La giustizia greca ha condannato il calciatore del Manchester United per aggressione e corruzione per una rissa avvenuta a Mykonos.

Mi ero riservato il diritto di rivedere la situazione. Avendo parlato con il Manchester United e il giocatore, ho preso questa decisione nel migliore interesse di tutte le parti.

Questo ha dichiarato il ct, che prima della sentenza lo aveva inserito nella lista dei convocati.

Inter, Zhang convince Conte: “Ci sono i presupposti per continuare”

Pirlo: “Al posto giusto nel momento giusto. Higuain? Ciclo finito”