murales leicester ranieri

Premier League, Claudio Ranieri pronto a ripartire dal Watford

Claudio Ranieri è vicinissimo al ritorno in panchina in Premier League. Dopo sette giornate è saltata la prima panchina nel massimo campionato inglese: la sconfitta nel match di sabato sul campo del Leeds è infatti costata il posto a Francisco Javier Munoz, allenatore del Watford che ha collezionato 7 punti in altrettante partite.

E il club di proprietà della famiglia Pozzo ha già dato il via alle ricerche per il nuovo allenatore e il grande favorito risponde al profilo dell’ex allenatore Samp. E’ in corso una trattativa tra il tecnico e il Watford per chiudere l’accordo, con l’allenatore romano balzato in testa alle preferenze del club e nelle prossime ore – come riporta Sky – dovrebbe battere tutta la concorrenza, diventando il nuovo allenatore del Watford.

Embed from Getty Images

Premier League, Claudio Ranieri pronto a ripartire dal Watford

Sarebbe la quarta volta per lui in Premier, la prima col Chelsea nel 2000: quattro anni molto importanti, con due qualificazioni alla Champions League e un’ultima stagione (2003-2004) nella quale ottiene il secondo posto in Premier e la semifinale di Champions. Risultati che non bastano al neo patron Abramovich per confermarlo, decidendo di sostituirlo con Josè Mourinho.

Passano 11 anni e Ranieri torna per allenare il Leicester nella stagione 2015-2016: l’allenatore viene dall’esperienza fallimentare come commissario tecnico della Grecia, da lì nasce una cavalcata trionfale che porterà il Leicester al trionfo in Premier League, il primo della sua storia.

L’anno successivo arriverà l’esonero a febbraio, dopo una stagione non all’altezza dei clamorosi risultati ottenuti l’anno precedente. Il terzo (e finora ultimo) ritorno di Ranieri in Premier è datato novembre 2018: pochi mesi sulla panchina del Fulham, durante i quali non riesce però a tirare fuori la squadra da una difficile situazione di classifica. Verrà esonerato a febbraio, con il Fulham che a fine stagione retrocederà in Championship.

Milan, i 40 anni di Ibrahimovic: “Mi sento ancora il più forte di tutti”

Fiorentina, Barone: “Rinnovo Vlahovic? Speriamo arrivi presto”

Fiorentina-Napoli, cori razzisti a Koulibaly: Barone chiede scusa