Premier, i giocatori non vogliono ripartire

Le istituzioni calcistiche della Premier League continuano a lavorare sulla ripresa, trovando anche conforto e forza nelle decisioni del governo, ma non tra i calciatori. Secondo il “Daily Mail”, infatti, sono tanti i giocatori che hanno informato i rispettivi club che non hanno intenzione di riprendere gli allenamenti per paura dei contagi. Queste le parole dell’esterno del Newcastle, Danny Rose su Instagram:

Sono triste che le persone si ammalino e siano colpite dal virus. Le vite delle persone sono in pericolo e il calcio non dovrebbe nemmeno essere menzionato fino a quando i numeri della pandemia non saranno scesi in modo massiccio…

Ora si accoda anche Raheem Sterling che dal proprio canale Youtube si esprime sull’argomento ripresa della Premier:

Il momento in cui torneremo ha bisogno di essere uno in cui non giocheremo solo per ragioni calcistiche, ma che sia sicuro non solo per noi giocatori ma per tutti, per lo staff medico, per gli arbitri, chi pensa a loro? Non sono preoccupato, ma ho forti riserve: ho amici che hanno perso la nonna e anche nella mia famiglia qualcuno è andato via per sempre. Bisogna avere buon senso e prendersi cura di se stessi e delle persone che ci sono vicine.

Premier League, tanti giocatori contrari

Secondo il Daily Mail tra i giocatori contrari alla ripresa della Premier anche un altro attaccante dei Citizens, l’argentino Sergio Aguero. Ci sarebbe anche un gruppo whatsapp di calciatori di alto livello nel quale tutti hanno espresso le proprie perplessità e i soprattutto i propri timori.

Embed from Getty Images

Sono tanti i suoi colleghi che la pensano come lui, intanto anche in Inghilterra si naviga a vista e ‘The Indipendent’ scrive che se la Premier dovesse riprendere e se un giocatore dovesse risultare positivo al Covid-19, la squadra di appartenenza non dovrà andare in quarantena. Secondo il quotidiano, solo il calciatore verrà isolato in base ai protocolli studiati per l’eventuale ripresa. Masters ha replicato che è ancora tutto allo studio e che si attende l’ok degli esperti. Ma l’idea è di cominciare gli allenamenti collettivi lunedì prossimo, 18 maggio.

Ferrari, addio di Vettel a fine stagione

Haaland: “Fantastico ripartire, non vedo l’ora”