Tottenham, Conte chiede tempo: “Non sono mica un mago”

Così Antonio Conte dopo la sconfitta del suo Tottenham in Conference League per 2-1 in casa degli sloveni del Mura:

Devo essere sincero, dopo tre settimane e mezzo sto iniziando a capire il situazione. Non è facile, perché in questo momento il livello del Tottenham non è certo così alto. C’è un grande divario con le migliori squadre in Inghilterra. Sono qui per lavorare, per migliorare la situazione. Dobbiamo avere pazienza, sono qui perché so che ci sono problemi da risolvere.

Embed from Getty Images

Tottenham, Conte chiede tempo: “Non sono mica un mago”

L’ex ct azzurro ha poi sottolineato:

Sono felice di essere qui agli Spurs, ma allo stesso tempo devo essere onesto e dire che dobbiamo lavorare molto per migliorare la qualità della squadra. L’unica magia che posso fare è lavorare, portare i miei metodi, le mie idee di calcio. Ma dobbiamo capire che abbiamo bisogno di tempo. Non sono un mago, ho trovato giocatori che hanno voglia di lavorare e che hanno un grande impegno, ma a volte non basta.

Diego Maradona

Diego Maradona, un anno fa la scomparsa. Il ricordo in Argentina

Psg, Verratti

Psg, altro stop per Marco Verratti: resterà ai box per tre settimane