Calciomercato Parma, Buffon è tornato: “Sogno il Mondiale 2022”
Calciomercato Parma, Buffon è tornato: “Sogno il Mondiale 2022”

Buffon: “Pirlo non ha fallito, Sarri alla Juventus era avvilito”

Gianluigi Buffon, intervistato da Tiki Taka su Italia 1, ha parlato di Maurizio Sarri e della famosa frase che il tecnico avrebbe pronunciato nello spogliatoio (‘la Juve è inallenabile’), ricostruzione da lui smentita:

Il mister da noi ha avuto tantissime difficoltà perché già all’inizio ha avuto dei piccoli attriti con qualcuno. Non è scoccata la scintilla. Dopo un mese, si è accorto che il tipo di lavoro che era abituato a fare avrebbe dovuto rivederlo e avrebbe dovuto cercare di mediare. E per uno come lui mediare è un qualcosa di avvilente. Non aveva quell’entusiasmo che di solito uno come lui ha.

Il portiere del Parma è tornato anche sulla gestione di Andrea Pirlo:

Un vitello sacrificale nella scorsa stagione? Non direi, il vitello sacrificale dà l’idea di un perdente ma un allenatore che vince Coppa Italia, Supercoppa e che arriva in Champions non ha fallito.

Embed from Getty Images

Buffon: “Pirlo non ha fallito, Sarri alla Juventus era avvilito”

Buffon è convinto che anche quest’anno la Juventus possa dire la sua sia in Italia sia in Europa:

La Juventus quando sembra in difficoltà poi sorprende sempre e ha dei colpi di reni che le fanno vincere i trofei più impensabili. Vedo la Juve sempre protagonista in ogni competizione, poi vincere la Champions in questi anni, contro determinate squadre, è sempre complicato. La Juve non gioca male, la Juve quando vince lo fa da squadra solida, compatta che non concede spazi e che quindi imbruttisce la partita. La nostra Juve che è arrivata due volte in finale era solida, poi non ha vinto perché ha giocato contro un Barcellona e un Real Madrid che erano quattro volte superiori a noi. Ma senza quelle caratteristiche non saremmo mai arrivati in finale.

E sull’addio di Cristiano Ronaldo:

Se Ronaldo non era più convinto di rimanere ha fatto bene ad andarsene. E Allegri ha fatto bene a tornare perché si vede che è convinto di fare bene ed è convinto di poter incidere.

Ligue 1, bottiglietta in faccia a Payet: almeno un turno a porte chiuse

Milan, Zlatan Ibrahimovic

Milan, Ibrahimovic punta l’Atletico Madrid: “Siamo pronti”