Logo Serie A

Coronavirus, Fiorentina e Samp: nuovi casi

Nel giorno in cui Comitato tecnico-scientifico e la Figc si confrontano sul protocollo per la ripresa degli allenamenti di squadra per il 18 maggio, la lista di calciatori positivi al coronavirus si allunga: almeno otto fra ieri e oggi i casi denunciati da Torino, Fiorentina e Samp.

Una situazione prevedibile, data la tornata di test avviata in questi giorni con il ritorno alle sessioni individuali nelle strutture dei club. Ma che inevitabilmente farà discutere in vista del possibile riavvio del campionato.

Il Covid-19 ha fatto irruzione nel campionato di serie A lo scorso 10 marzo, quando la Juventus ha annunciato la positività di Daniele Rugani. Al difensore si sono poi aggiunti Blaise Matuidi e Paulo Dybala, con quest’ultimo che ha ricevuto solo ieri la notizia della guarigione. Fra le società più colpite proprio Samp e Fiorentina.

Embed from Getty Images

Coronavirus, nuovi casi in Serie A

In casa blucerchiata Manolo Gabbiadini il primo, poi altri, quindi Depaoli e Bereszynski che hanno “autodenunciato” via social la loro positività. La società blucerchiata ha preferito non dare più notizie sui propri tesserati. Questo per “evitare fughe di notizie ed inutili allarmismi”, fino a comunicarne l’avvenuta guarigione lo scorso 23 aprile.

Oggi però, dopo i nuovi controlli, tre nuovi casi e soprattutto un ritorno di positività. Sebbene tutti i calciatori – già posti in quarantena e costantemente monitorati – sono asintomatici. E’ ripiombata nell’incubo anche la Fiorentina.

Nelle scorse settimane Commisso ha parlato di “8-10 casi” anche se ufficialmente sono stati resi noti solo quelli di Vlahovic, Cutrone e Pezzella. Oggi il club viola ha aggiunto altre sei positività: tre riguardanti altrettanti giocatori ma senza specificarne l’identità e altri tre componenti dello staff tecnico-sanitario. Ieri, invece, il primo caso di coronavirus al Torino con la società granata che ha mantenuto l’anonimato limitandosi a far sapere che il calciatore e’ asintomatico. Positivi ma già guariti Mattia Zaccagni al Verona, Marco Sportiello all’Atalanta (di oggi la notizia del doppio tampone negativo), e il dt Paolo Maldini e il figlio Daniel al Milan.

Mondiali militari a Wuhan, niente contagio

Ligue 1, il Lione fa ricorso: “Giochiamo”